Loading

Ascesso paratonsillare: cause, sintomi e trattamento

L'ascesso paratonsillare è un accumulo di pus nei tessuti della gola, accanto a una delle tonsille. Lo sviluppo di questa malattia si verifica a causa della penetrazione di agenti patogeni infettivi (streptococchi, stafilococchi e altri) nell'amigdala e nella cellulosa. L'ascesso parateamsare si presenta spesso come una delle complicanze della tonsillite cronica o della tonsillite.

Questa lesione è relativamente comune tra gli adulti ed è molto rara nei neonati e nei bambini. Nei casi lievi, un ascesso può causare dolore e gonfiore dei tessuti e nei casi più gravi può bloccare la gola. In questi casi, c'è difficoltà a deglutire, parlare e persino a respirare.

Cos'è un pericoloso ascesso paratonsillare?

Questa malattia è estremamente pericolosa a causa dell'elevata probabilità che il pus entri nei tessuti più profondi del collo. Di conseguenza, può svilupparsi flemmone (infiammazione purulenta dei tessuti molli del collo), mediastinite (infiammazione dei tessuti della cavità toracica), sepsi (infezione del sangue), stenosi acuta della laringe (restringimento del lume della laringe e soffocamento); il rischio di morte non è escluso. Tutte queste conseguenze sono una buona ragione per l'ospedalizzazione dei pazienti.

motivi

Perché si verifica l'ascesso paratonsillare e che cos'è? I principali patogeni di peritonsillite e ascesso peritonsillare sono lo streptococco di gruppo Stenptococcus pyogenes e lo Staphylococcus aureus; Anche i microrganismi anaerobici sono importanti. Inoltre, l'ascesso paratonsillare può avere un'eziologia polimicrobica.

La paratonsillite e l'ascesso paratonsillare si sviluppa quando il patogeno penetra dalle cripte della tonsilla palatina colpita attraverso la sua capsula nel tessuto paratonsillare circostante e negli spazi intermuscolari. Come risultato, si forma un infiltrato che, in assenza di una terapia adeguata, passa in uno stadio di fusione purulenta e si forma un ascesso paratonsillare (vedi foto).

Di solito ci vogliono diversi giorni dopo un mal di gola, il paziente può anche provare un certo sollievo, ma poi di nuovo improvvisamente la temperatura corporea sale a numeri abbastanza alti (38-39) gradi Celsius, sente un forte dolore alla gola quando deglutisce. Spesso il dolore è localizzato solo su un lato. In futuro, ci sono due possibili esiti della situazione, o questa infiammazione scompare indipendentemente sotto l'influenza del trattamento, o in 3-4 giorni si forma il cosiddetto ascesso paratonsillare.

classificazione

Esistono tre tipi di ascesso paratonsillare, ognuno dei quali ha le proprie caratteristiche distintive:

  1. Antero-superiore: si verifica nel 90% dei casi. Ciò è dovuto alla scarsa fuoriuscita di pus dal polo superiore dell'amigdala, che porta al suo accumulo e si diffonde ulteriormente alla fibra.
  2. Posteriore: rilevato in ogni decimo malato. Può essere complicato da edema laringeo e, di conseguenza, insufficienza respiratoria.
  3. In basso - è abbastanza raro. Il suo sviluppo è associato, di regola, a causa odontoiatrica. L'ascesso si trova nel tessuto dietro il terzo inferiore dell'arco palatina tra le tonsille palatali e linguali.

Sintomi di ascesso peritonsillare

Nel caso di un ascesso paratonsillare, i sintomi sono molto simili alle manifestazioni dell'angina. Il primo segnale di avvertimento è un grave mal di gola. Tuttavia, quando si apre la bocca, vediamo una gola gonfia con cambiamenti simili alle piaghe.

I sintomi dell'ascesso peritonsillare si sviluppano molto spesso nella seguente sequenza:

  • la temperatura corporea sale bruscamente a 38-39 ° C;
  • difficoltà a deglutire;
  • mal di gola, di regola, unilaterale (ma non è escluso lo sviluppo di ascessi bilaterali);
  • quando si deglutisce, il dolore può essere dato all'orecchio, ai denti o alla parte posteriore della testa sul lato che ha un mal di gola;
  • il dolore aumenta drammaticamente quando si tenta di aprire la bocca;
  • è impossibile aprire completamente la bocca a causa degli spasmi dei muscoli masticatori;
  • debolezza, muscoli doloranti;
  • la condizione del paziente in assenza di trattamento si sta deteriorando rapidamente, si osservano i segni di intossicazione microbica: mal di testa,
  • nausea, vertigini, diarrea;
  • linfonodi ingrossati sotto la mascella inferiore, nella parte posteriore della testa.

L'ascesso paratonsillare, se non trattato, può portare a conseguenze molto gravi - difficoltà di respirazione, infezione degli organi vicini, polmonite. Pertanto, se vedi segni che indicano un ascesso, devi agire con urgenza.

Ascesso paratonsillare: foto

Come appare questa malattia, ti offriamo la possibilità di visualizzare foto dettagliate.

complicazioni

Tipicamente, l'ascesso paratonsillare termina con il recupero, tuttavia, con l'alta virulenza della flora patogena e l'indebolimento delle difese del corpo, può svilupparsi una terribile complicazione come il flemmone dello spazio parafaringeo, come ad esempio:

  • intossicazione del corpo;
  • il paziente sta vivendo una grave salivazione;
  • difficoltà ad aprire la bocca;
  • alta temperatura corporea;
  • diventa difficile per il paziente respirare e difficilmente può deglutire.

Particolarmente pericolosa è la conversione della cellulite in mediastinite purulenta, che porta alle seguenti conseguenze dell'ascesso paratonsillare:

  • tromboflebite;
  • sanguinamento dei vasi cervicali;
  • processi settici;
  • shock tossico contagioso;
  • necrosi tessutale.

Come trattare l'ascesso paratonsillare

Dovrebbe essere chiaro che l'ascesso paratonsillare non può essere curato a casa. Tutti i fondi usati per trattare l'angina sono inefficaci. Anche se l'ascesso è maturato e ti è sembrato che il pus defluisse, questo è lontano dal caso. La maggior parte dei contenuti patologici purulenti rimanevano nella profondità dei tessuti molli. Nel tempo, la microflora patologica contribuirà alla formazione di masse purulente. Il pus nell'ascesso si accumula fino a raggiungere una massa critica e si verifica il suo ri-deflusso.

A seconda dei sintomi, il trattamento dell'ascesso paratonsillare viene effettuato con tre metodi principali:

  1. La terapia combinata è il metodo di trattamento più efficace, che si basa su una combinazione competente di diversi metodi di trattamento.
  2. Terapia conservativa - l'uso di medicine di azione locale e generale, la fisioterapia. Efficace nella diagnosi precoce della malattia infiammatoria delle tonsille.
  3. Trattamento chirurgico - è un metodo di trattamento radicale, che prevede la rimozione del tessuto danneggiato.

Se il trattamento dell'ascesso peritonsillare viene avviato tempestivamente, la prognosi dell'esito della malattia è favorevole. Altrimenti, è possibile lo sviluppo di complicanze più gravi, inclusa la sepsi. La medicina tradizionale è anche ampiamente usata nel trattamento degli ascessi: le tonsille risciacquano la camomilla, l'eucalipto, rendono l'inalazione di vapore. È anche necessario seguire la dieta. Si raccomanda al paziente di mangiare cibi caldi e liquidi.

prevenzione

La base per la prevenzione della malattia è una visita tempestiva al medico, trattamento di focolai di infezione cronica, riabilitazione delle cavità orale e nasale, rafforzamento del sistema immunitario, indurimento, nutrizione e sport. La diagnosi precoce e il trattamento tempestivo offrono la possibilità di una guarigione completa e rapida.

Sintomi e trattamento della peritonsillite e dell'ascesso peritonsillare

Il processo di infezione batterica nella faringe, in una situazione normale (con le tonsille conservate), viene trattenuto dal tessuto linfoide e localizzato. Cioè, la diffusione di stafilococchi o streptococchi, che causano mal di gola o esacerbazione di tonsillite, non si verifica al di fuori delle tonsille. Tuttavia, ci sono situazioni in cui la funzione barriera delle tonsille si indebolisce e le alterazioni infiammatorie si diffondono ai tessuti circostanti le tonsille.

Paratonzillit

Quando si parla di infiammazione, non limitata a limiti rigorosi, parlano di peritonsillite. Letteralmente, significa infiammazione nei tessuti quasi mandorlati. Come con qualsiasi infiammazione, ci sono arrossamento, gonfiore e mal di gola. Ci sono problemi con l'apertura della bocca e la masticazione a causa dello spasmo dei muscoli masticatori e dell'edema. Le tonsille sono ricoperte da strati purulenti situati nelle lacune o sotto forma di follicoli (lacuna o angina follicolare).

Poiché c'è un'uscita di agenti infettivi e dei loro prodotti di degradazione nel sangue, c'è un aumento della temperatura corporea (a volte molto significativo, superiore a 39 gradi Celsius) e fenomeni di intossicazione generale: debolezza, debolezza, mialgia. Dolore alla testa e alle articolazioni, prestazioni ridotte.

I linfonodi regionali sono sicuri di reagire, in quanto diventano il fattore limitante nella diffusione del processo infettivo e prevenire le complicanze settiche.

C'è un aumento e dolore del sottomascellare e diversi gruppi di linfonodi cervicali. Immediatamente vale la pena sottolineare che la linfoadenite può persistere per un periodo piuttosto lungo anche dopo la guarigione del processo principale.

La natura dell'infiammazione nel paratonzilt

L'infiammazione nella peritonsillite è una varietà di modifiche del processo essudativo. Può essere catarrale, cioè superficiale; purulento quando la distruzione dei tessuti da parte di agenti infettivi, che a loro volta muoiono sotto l'azione dei leucociti. Forse anche la fusione necrotica con la completa estinzione dei siti paratonsillari. L'estensione della lesione e la sua natura sono determinati da due fattori: l'aggressività dei microbi e lo stato del sistema immunitario (cellulare e umorale).

Se l'infiammazione è provocata da batteri che vivono da molto tempo in questo paziente e hanno sviluppato insensibilità a molti antibiotici, si possono prevedere eventi infiammatori più pronunciati. Anche nei casi in cui il sistema immunitario umano è indebolito da fame di proteine, infezioni frequenti, tumori, AIDS. Ci sono problemi con la risposta immunitaria in donne in gravidanza, neonati e anziani. Comprendere i meccanismi da cui dipende la peritonsillite è importante per comprendere la necessità di due importanti aree di trattamento.

trattamento

La foto mostra chiaramente la paratonsillite sul lato sinistro.

La terapia della peritonsillite viene effettuata in modo conservativo, cioè con l'uso di farmaci e fisioterapia. L'autotrattamento della peritonsillite è inaccettabile. Il problema dovrebbe riguardare l'otorinolaringoiatra competente. Non solo seleziona i farmaci, ma monitora anche i risultati della terapia e, se necessario, corregge il trattamento.

Farmaci usati per trattare la peritonsillite.

1. Antibiotici

  • La preferenza è data alla serie di penicilline (benzilpenicillina, semi-sintetica: amoxicillina, flemossina, ampicillina, oxacillina, inibitore-protetto: flamoklav, amoxiclav, panclave, sulbactam, unazin, combinatoxx). Questi farmaci non solo inibiscono la flora staphylococcal e streptococcica, ma anche prevenire possibili complicazioni del cuore dopo un mal di gola, peritonsillite o ascesso.
  • Antibiotici macrolidi: josamicina. Claritromicina, azitromicina, sumamed. Hemomitsin. azitral. La seconda fila di agenti antibatterici.
  • Fluoroquinoloni: ofloxacina, norfloxacina, levofloxacina, sparfloxacina. Preferito quando l'origine stafilococcica dell'infiammazione.
  • Aminoglicosidi. L'amikacin è preferito.
  • Cefalosporine della seconda (cefuroxime), terza (ceftriaxone, cefixime) e quarta (cefepime) generazioni.

2. Farmaci antinfiammatori non steroidei. Usato come antidolorifici, antinfiammatori e antidolorifici. Paracetamolo, fenacetina, nurofen, diclofenac, meloxicam, indometacina, voltaren.

3. Antisettici nelle soluzioni di risciacquo.

  • Cloro contenente: Miramistina, clorexidina, eludril.
  • Nitrofurans: furatsilin.
  • Iodio contenente: iodinolo, soluzione di Lugol.
  • Contiene Hexetidine: esale, Givalx, Hexetidine.
  • Compresse per uso topico e spray: septolete, grammidina, faringeo, esalisi, laripront, suprimalor, adigesept, stop mal di gola, sebidina, lisobact.

Ascesso paratonsillare

Asimmetria, dolore e difficoltà nell'aprire la bocca con ascesso paratosilare

Questo termine si riferisce alla limitata infiammazione purulenta nei tessuti attorno alla tonsilla. Il centro della fusione purulenta dei tessuti, racchiuso in una capsula e circondato da un albero protettivo dei leucociti, che impedisce la diffusione dell'infezione in ampiezza e profondità.

L'ascesso paratazillare può essere o il risultato della paratonzillite, o formare immediatamente vicino alle tonsille colpite da streptococchi o stafilococchi durante il mal di gola o esacerbazione di tonsillite cronica. I casi casistici includono lo sviluppo della formazione di ascessi vicino alla tonsilla già rimossa, quando rimane il moncone, cioè frammenti di tessuto linfatico.

I sintomi di un ascesso sono arrossamento diffuso, gonfiore, che sposta l'amigdala al centro della faringe. Il dolore è più pronunciato durante il periodo di formazione di un ascesso, quando il tessuto muore. Al momento della completa fusione purulenta i recettori del dolore stanno morendo e il dolore è in qualche modo ridotto. Come per la peritonsillite, la linfoadenite è pronunciata, la reazione generale alla temperatura e le manifestazioni di intossicazione. Un ascesso è chiaramente visibile dopo l'esame.

Cosa fare e come trattare?

Anestesia con lidocaina al 2% durante l'apertura dell'ascesso

L'ascesso paratonsillare è soggetto a trattamento chirurgico, cioè dissezione e drenaggio. Pus dovrebbe avere un deflusso comunque. Se non viene rilasciato all'esterno, può sfondare il risultante passaggio fistoloso nel tessuto o causare screening di microbi in altri organi e tessuti con lo sviluppo di infezioni del sangue (sepsi).

Sezionare l'ulcera con un bisturi, una sonda o un ago. In nessuna delle opzioni dopo la rimozione del pus, non sono necessarie suture, la cavità collassata guarisce da sola. Dopo l'apertura dell'ascesso, gli stessi gruppi di farmaci vengono prescritti come peritonsillite, combattendo infezioni, infiammazioni, dolore e calore. È anche importante affrontare le menomazioni nello stato immunitario del paziente. I farmaci che stimolano il sistema immunitario dovrebbero essere selezionati tenendo conto dell'immunogramma.

Video: Devo rimuovere le tonsille?

risultati

Di regola, i risultati di paratazillite trattata tempestivamente e ascesso paratonsillare sono favorevoli. Dopo che il processo è stato risolto, rimane la domanda: "Rimuovere le tonsille?". Poiché la tonsillite cronica preserva il focus dell'infezione e vi sono rischi di complicazioni cardiache dopo un mal di gola, ha senso discutere con il medico il problema della tonsillectomia. Inoltre, l'ascesso paratonsillare è una delle situazioni che è tra le indicazioni per la rimozione delle tonsille.

Ascesso paratonsillare

L'ascesso paratazillare è un'infiammazione suppurativa acuta della cellulosa alluminosa. I sintomi principali della malattia sono sensazioni unilaterali dolorose di un carattere "lacerante", aggravate dalla deglutizione, aumento della salivazione, trisma, un forte odore dalla bocca e sindrome da intossicazione. La diagnosi si basa sulla raccolta di informazioni anamnestiche e sui reclami del paziente, sui risultati della faringoscopia, sui metodi di ricerca strumentali e di laboratorio. Il programma terapeutico comprende la terapia antibatterica, il lavaggio della cavità orale con agenti antisettici, lo svuotamento chirurgico dell'ascesso e, se necessario, l'ascesso all'asilettilectomia.

Ascesso paratonsillare

Il termine "ascesso paratonsillare" è usato per riferirsi allo stadio finale dell'infiammazione - la formazione di una cavità purulenta. I nomi sinonimi sono "phlegmonous mal throat" e "acute paratonsonit". La malattia è considerata una delle più gravi lesioni purulente della faringe. In oltre l'80% dei casi, la patologia si verifica sullo sfondo della tonsillite cronica. Il più delle volte si verifica in persone di età compresa tra 15 e 35 anni. Rappresentanti di maschi e femmine soffrono della stessa frequenza. Questa patologia è caratterizzata da stagionalità - l'incidenza aumenta nel tardo autunno e all'inizio della primavera. Nel 10-15% la paratonsillite acquisisce un decorso recidivante, nell'85-90% dei pazienti, le esacerbazioni si osservano più spesso di una volta all'anno.

Cause di ascesso peritonsillare

La ragione principale dello sviluppo è la penetrazione della microflora patogena nei tessuti che circondano le tonsille palatine. L'ascesso paratazillare viene raramente diagnosticato come una malattia indipendente. I fattori di partenza sono:

  • Lesioni batteriche della faringe. La maggior parte degli ascessi dei tessuti circolatori si presenta come una complicazione della tonsillite acuta o esacerbazione dell'angina cronica, meno frequente faringite acuta.
  • Patologia dentale In alcuni pazienti, la malattia ha un'origine odontogena - la causa è la carie dei molari superiori, la periostite dei processi alveolari, la gengivite cronica, ecc.
  • Lesioni traumatiche In rari casi, la formazione di un ascesso nei tessuti adiacenti all'amigdala avviene dopo l'infezione delle ferite della membrana mucosa di quest'area.

Nel ruolo degli agenti patogeni sono di solito Streptococcus pyogenes, Staphylococcus aureus, meno spesso - Escherichia coli, Haemophilus influenzae, vari pneumococchi e Klebsiella, funghi del genere Candida. I fattori che aumentano il rischio di sviluppare patologie includono l'ipotermia generale e locale, una diminuzione delle forze protettive generali del corpo, anomalie nello sviluppo delle tonsille e della faringe e fumo.

patogenesi

L'ascesso paratonsillare nella maggior parte dei casi complica il decorso di una forma di tonsillite. La formazione di un'ulcera della localizzazione superiore è facilitata dalla presenza di cripte più profonde nella parte superiore dell'amigdala e dall'esistenza di ghiandole di Weber, che sono attivamente coinvolte nel processo nell'angina cronica. Frequenti esacerbazioni di tonsillite portano alla formazione di cicatrici nell'area delle bocche delle cripte e delle arcate palatine - la capsula dell'amigdala si coalizza. Di conseguenza, il drenaggio delle masse patologiche viene disturbato, si creano le condizioni per la riproduzione attiva della microflora e la diffusione del processo infettivo nella fibra. Quando la malattia è di origine odontogenica, la microflora patogena penetra nei tessuti aluminotici insieme alla corrente della linfa. In questo caso, la sconfitta delle tonsille potrebbe essere assente. La paratonsillite traumatica è il risultato di una violazione dell'integrità della membrana mucosa e della penetrazione di agenti infettivi dal cavo orale direttamente nei tessuti per contatto.

classificazione

A seconda dei cambiamenti morfologici nella cavità dell'orofaringe, ci sono tre forme principali di ascesso paratonsillare, che sono anche fasi successive del suo sviluppo:

  • Edematosa. È caratterizzato da tessuti edematosi e dasali, senza segni marcati di infiammazione. I sintomi clinici sono spesso assenti. In questa fase di sviluppo, la malattia è raramente identificata.
  • Infiltrazione. Manifestato da iperemia, febbre e dolore locali. La diagnosi in questa forma si verifica nel 15-25% dei casi.
  • Ascesso. Formato sullo sviluppo di 4-7 giorni dei cambiamenti di infiltrazione. In questa fase, c'è una pronunciata deformazione della faringe a causa della massiccia protrusione fluttuante.

Data la localizzazione della cavità purulenta, è consuetudine distinguere le seguenti forme di patologia:

  • Parte anteriore o anteriore. È caratterizzato da danni ai tessuti situati sopra l'amigdala, tra la sua capsula e la parte superiore dell'arco palatale-linguale (anteriore). La variante più comune della malattia si verifica nel 75% dei casi.
  • La parte posteriore. In questa variante, si forma un ascesso tra l'arco palatofaringeo (posteriore) e il bordo dell'amigdala, meno spesso direttamente nell'arco. La prevalenza è del 10-15% rispetto al numero totale di pazienti.
  • Inferiore. In questo caso, l'area interessata è delimitata dal polo inferiore dell'amigdala e dalla parete laterale della faringe. È osservato nel 5-7% dei pazienti.
  • Esterno o laterale. Ha manifestato un ascesso tra il bordo laterale della tonsilla e la parete faringea. La più rara (fino al 5%) e grave forma di patologia.

Sintomi di ascesso peritonsillare

Il primo sintomo del danno della cellulosa circonferenziale è un dolore unilaterale acuto alla gola durante la deglutizione. Solo nel 7-10% dei casi esiste una lesione bilaterale. La sindrome del dolore diventa rapidamente permanente, aumenta drammaticamente anche quando si tenta di ingoiare la saliva, che è un sintomo patognomonico. A poco a poco, il dolore diventa "vomitante" in natura, c'è un'irradiazione nell'orecchio e nella mandibola. Allo stesso tempo si sviluppa la sindrome da intossicazione pronunciata - febbre fino a 38.0-38.5 ° C, debolezza generale, mal di testa dolente, disturbi del sonno. I gruppi mandibolare, anteriore e posteriore dei linfonodi cervicali sono moderatamente ingranditi. C'è un drenaggio di saliva dall'angolo della bocca a causa di un'ipersalivazione riflessa. Molti pazienti hanno un odore putrido dalla bocca.

Un'ulteriore progressione porta ad un deterioramento delle condizioni del paziente e al verificarsi di uno spasmo tonico dei muscoli masticatori - il trizma. Questo sintomo è caratteristico dell'ascesso paratonsillare. Cambiamenti osservati nel discorso, nasale. Quando si cerca di ingoiare, il cibo liquido può entrare nella cavità nasofaringea, la laringe. La sindrome del dolore aumenta con la rotazione della testa, costringendo il paziente a tenerla inclinata verso la lesione e a girare tutto il suo corpo. La maggior parte dei pazienti assume una posizione semi-seduta con la testa inclinata verso il basso o sdraiata su un lato dolorante.

In molti pazienti, un'apertura spontanea della cavità ascesso avviene nei giorni 3-6. Clinicamente, questo si manifesta con un improvviso miglioramento delle condizioni generali, una diminuzione della temperatura corporea, una leggera diminuzione dell'intensità del trisismo e la comparsa di una miscela di contenuto purulento nella saliva. Con un decorso prolungato o complicato, avviene una svolta a 14-18 giorni. Con la diffusione di masse purulente nello spazio periparingeo, l'autopsia dell'ascesso potrebbe non verificarsi affatto, le condizioni del paziente continuano a peggiorare progressivamente.

complicazioni

Le complicazioni più frequenti sono il flemmone diffuso del collo e la mediastinite. Sono osservate sullo sfondo della perforazione della parete laterale della faringe e del coinvolgimento nel processo patologico dello spazio paraflengial, da dove le masse purulente si diffondono al mediastino o alla base del cranio (raramente). Meno comune è la sepsi e la tromboflebite del seno cavernoso, che si verifica quando un'infezione penetra nel flusso sanguigno cerebrale attraverso le vene delle tonsille e il plesso venoso pterigoideo. Allo stesso modo, si sviluppano ascessi cerebrali, meningite ed encefalite. Una complicazione estremamente pericolosa è il sanguinamento artrosico dovuto alla fusione purulenta dei vasi sanguigni dello spazio orofaringeo.

diagnostica

A causa della presenza di un quadro clinico patognomonico pronunciato, fare una diagnosi preliminare non è difficile. Per confermare l'otorinolaringoiatra è di solito sufficiente la storia dei dati e i risultati della faringoscopia. Il programma diagnostico completo include:

  • Raccolta dell'anamnesi e dei reclami. Spesso, un ascesso si forma 3-5 giorni dopo il trattamento della tonsillite acuta spontanea o il sollievo dei sintomi della forma cronica della malattia. Il medico si concentra anche su possibili lesioni dell'orofaringe, la presenza di focolai di infezione nella cavità orale.
  • Ispezione generale Molti pazienti sono ammessi in una struttura medica con un'inclinazione forzata della testa verso il lato colpito. Viene rilevata una mobilità limitata del collo, un aumento dei linfonodi regionali, un odore putrido dalla cavità orale e la temperatura corporea febbrile.
  • Pharyngoscope. Il metodo diagnostico più informativo. Consente di determinare visivamente la presenza di una protuberanza sferica fluttuante del tessuto peristalineale coperto da una mucosa iperemica. Spesso c'è una piccola area giallastra sulla sua superficie - una zona di futuro sfondamento di massa purulento. L'educazione può causare asimmetria della faringe - lo spostamento della lingua in modo sano, spingendo la tonsilla palatina. La localizzazione dell'ascesso dipende dalla forma clinica della patologia.
  • Test di laboratorio Nell'analisi generale del sangue, si notano cambiamenti infiammatori non specifici - alta leucocitosi neutrofila (15,0 × 10 9 / le più), un aumento della VES. La semina batterica viene eseguita per identificare l'agente patogeno e determinare la sua sensibilità agli agenti antibatterici.
  • Metodi hardware di visualizzazione: Ultrasuoni del collo, TC del collo, radiografia dei tessuti molli della testa e del collo sono prescritti ai fini della diagnosi differenziale, per prevenire la diffusione del processo patologico nello spazio parafaringeo, nel mediastino, ecc.

Patologia differenziare con difterite, scarlattina, malattie neoplastiche, aneurisma dell'arteria carotide. A favore della difterite evidenza della presenza di una placca grigia sporca sulle membrane mucose, dell'assenza di trisismo e della rilevazione di bastoncini di Leffler secondo il serbatoio. semina. Nella scarlattina, vengono rilevati eritemi cutanei punteggiati di piccole dimensioni, con una storia di contatto con una persona malata. Per le lesioni oncologiche, la conservazione della normale temperatura corporea o una leggera condizione subfebrilare, l'assenza di una marcata sindrome da dolore e il lento sviluppo dei sintomi sono caratteristici. In presenza di aneurisma vascolare, la pulsazione è sincronizzata con il ritmo del cuore, visivamente e per palpazione.

Trattamento dell'ascesso peritonsillare

L'obiettivo principale del trattamento nella fase di edema e infiltrazione è di ridurre i cambiamenti infiammatori, mentre si forma un ascesso: drenaggio della cavità e riabilitazione della fonte di infezione. A causa dell'alto rischio di complicanze, tutte le misure terapeutiche vengono eseguite solo in un ospedale. Il piano di trattamento include:

  • Terapia farmacologica Tutti i pazienti sono prescritti antibiotici. Le droghe scelte sono cefalosporine di II-III generazione, aminopenicilline, linkosamidi. Dopo aver ottenuto i risultati della semina batterica, il regime di trattamento viene regolato per la sensibilità dell'agente patogeno. Come terapia sintomatica vengono utilizzati farmaci antipiretici, analgesici e antinfiammatori, a volte viene eseguita la terapia infusionale. Per sciacquare la bocca con soluzioni antisettiche.
  • Intervento chirurgico Se c'è un ascesso formato, è obbligatorio eseguire un'apertura dell'ascesso paratonsillare e il drenaggio della cavità sotto anestesia regionale. In caso di recidiva di mal di gola cronico, di peritonsillite ricorrente o di inefficacia della terapia precedente, si esegue l'ascesso all'asessectomia: l'ascesso viene svuotato contemporaneamente alla rimozione della tonsilla palatina colpita.

Prognosi e prevenzione

La prognosi per ascesso paratonsillare dipende dalla tempestività dell'inizio del trattamento e dall'efficacia della terapia antibiotica. Con una terapia adeguata, l'esito della malattia è favorevole - il recupero completo si verifica dopo 2-3 settimane. Al verificarsi di complicazioni intratoraciche o intracraniche, la prognosi è dubbia. La prevenzione consiste nella tempestiva riabilitazione dei focolai purulenti: il trattamento razionale dell'angina, dei denti cariati, delle gengiviti croniche, dell'infiammazione delle vegetazioni adenoide e di altre patologie, il passaggio di un corso completo di terapia antibatterica.

Come trattare l'ascesso paratonsillare

Le malattie infettive lente delle alte vie respiratorie con cure mediche inadeguate o la loro completa assenza creano i presupposti per la malattia cronica e lo sviluppo di complicanze - ascessi di diversa localizzazione, febbre reumatica, sepsi, mediastinite, meningite.

Nella fascia di età dai 15 ai 30 anni, l'ascesso paratonsillare sarà una complicanza progressiva. I cambiamenti purulento-distruttivi si manifestano con un acuto dolore alla gola, un tarsismo dei muscoli masticatori, un'ipersalivazione, intossicazione generale. Il trattamento è complesso con la nomina di antibiotici sistemici e locali, farmaci patogenetici e sintomatici.

Eziologia e forme di classificazione

L'ascesso paratazillare (paratonsillite, angina flemmone) descrive un processo infiammatorio purulento del tessuto alimentare con la formazione di un centro limitato di disintegrazione. La malattia può essere causata da un'aggressione parassitaria microbica con il predominio di un'infezione batterica (streptococco, stafilococco, Escherichia coli), flora micotica (funghi del genere Candida). Meno comunemente, l'infezione si verifica in modo otogena (attraverso l'orecchio interno) ed ematogena (vascolare).

I fattori predisponenti includono:

  • complicazioni di tonsillite acuta o esacerbazione della forma cronica;
  • malattie del cavo orale: denti cariati, periostite, gengivite;
  • danni meccanici e termici all'orofaringe.

Il rischio di sviluppare peritonsillite aumenta la riduzione della protezione immunologica locale, l'ipotermia, l'anomalia degli accumuli linfoidi del tessuto, il fumo, l'oncologia, il diabete mellito, l'anemia.

A seconda dei cambiamenti morfologici, della gravità dei sintomi di una condizione patologica, vengono definite tre forme di tonsillite flemmatica, che sono fasi consecutive:

  1. Gonfiore. È caratterizzato da un leggero cambiamento nelle condizioni generali e nell'immagine faringoscopica: lieve dolore faringeo, iperemia, edema mucoso.
  2. Infiltrativa. In questa fase, la malattia è identificata in più del 20% dei pazienti. Tipici saranno i fenomeni catarrali (dolore e mal di gola, arrossamento e gonfiore) con sindrome da intossicazione generale (emicrania, febbre, debolezza, malessere).
  3. Ascesso. C'è una chiara deformazione della faringe con la definizione della zona di fluttuazione. Il decorso clinico è pronunciato. Il completamento sarà il drenaggio o l'apertura spontanea del fuoco suppurativo.

Per riferimento! Una caratteristica della paratonzillite è la presenza di una membrana piogenica. Questo è uno strato di tessuto di granulazione che riveste la cavità purulenta dall'interno e limita il processo di necrosi e infiltrazione dei leucociti della parete vascolare. La sua formazione complica l'assorbimento di antibiotici sistemici nella zona patologica.

L'esito di un ascesso dopo un mal di gola è determinato da una serie di fattori, e soprattutto dallo stadio della malattia e dalla localizzazione. Nel 70% dei casi clinici, il sito di infiammazione sarà l'area tra il polo superiore dell'amigdala e l'arco palatina (forma supratonsillare). Meno comunemente, le lesioni purulente-distruttive sono concentrate nella proiezione del polo inferiore dell'amigdala (ascesso inferiore), tra l'arco faringeo palatino e l'amigdala (posteriore), nello spazio zamdalikovom (esterno).

In relazione al lato localizzato, l'ascesso paratonsillare destro e sinistro è isolato. Non esiste una chiara separazione tra le forme clinico-morfologiche, poiché lo sviluppo della malattia può coinvolgere il lato opposto nel processo infiammatorio. La frequenza di occorrenza di ascesso paratonsilico destro e ascesso sinistro è identica.

Quadro clinico

Un ascesso nell'angina inizia con un mal di gola dalla localizzazione di focolai purulenti. Durante la masticazione e l'ingestione di cibo, si verifica un forte dolore, a causa del quale il paziente rifiuta di mangiare, anche una consistenza liquida. Il dolore aumenta durante la deglutizione, irradiandosi alla proiezione dell'orecchio, alla mascella inferiore.

I seguenti sintomi sono tipici per mal di gola flemma:

  • febbre febbrile;
  • sensazione di un nodo alla gola, di un oggetto estraneo;
  • alito putrido;
  • voce nasale, rauca;
  • aumentato sbavando;
  • respirazione stenotica;
  • mialgia;
  • debolezza, malessere;
  • dolore nello spazio retrosternale.

Quando la faringoscopia visualizzava palato edematoso ed iperemico. Nel luogo di formazione di un ascesso è determinata l'infiltrazione, focalizzata nella direzione dell'orofaringe, a livello del tessuto arrossato. Al momento della maturazione (4-5 giorni), la membrana piogenica diventa più sottile, l'essudato è visto attraverso di esso come una macchia bianco-gialla.

Il paziente dà una posizione forzata alla testa con un'inclinazione in avanti nella direzione dell'ascesso. La forma moderata e ascendente procede con dolorabilità dei linfonodi regionali cervicali, dei muscoli del collo.

Il decorso del mal di gola flemma è soggetto a una risoluzione favorevole: il pieno recupero. Complicazioni di ascesso paratonsillare sono associate allo scioglimento dei tessuti dell'anello faringeo, alla scoperta dell'essudato purulento nella cavità orale e al parenchima tonsillare, allo spazio parafaringeo, alla sepsi comune.

Per riferimento! Quando il drenaggio o lo svuotamento spontaneo del focus di infiammazione purulenta, le condizioni del paziente si stabilizza rapidamente, i sintomi locali si normalizzano.

A conseguenze molto pericolose sono il flemmone del collo, la tromboflebite del seno cavernoso, il sanguinamento artrosico, la stenosi laringea, l'encefalite.

Caratteristiche del trattamento

La diagnostica della paratonsillite si basa sul quadro clinico, sull'anamnesi, sui risultati dei metodi diagnostici informativi: faringoscopia, ecografia, tomografia computerizzata, conta ematica, urina.

Il trattamento della tonsillite flemmonica dovrebbe essere complesso in ospedale o in ambiente ambulatoriale. Nella fase di infiltrazione, il compito terapeutico si riduce alla soppressione dell'attività infiammatoria e quando si forma un ascesso, il drenaggio e l'igiene di una cavità purulenta.

Apertura di ascessi

Le indicazioni per l'intervento chirurgico è la formazione di un ascesso. L'apertura dell'ascesso è indicata come metodi di trattamento palliativo, poiché l'effetto sul fattore patogenetico non viene eseguito. Un risultato positivo del drenaggio sarà il sollievo dal dolore, la normalizzazione delle condizioni generali del paziente, il ripristino delle funzioni dei muscoli masticatori.

Drenaggio della tecnica del pus con un ago:

  1. Nella zona infiltrata, l'anestesia dell'applicazione viene eseguita con una soluzione di cocaina, novocaina e ultracaina.
  2. Una volta raggiunto l'effetto anestetico, pinze nasali o pinze faringee vengono introdotte nel foro dell'endale ad una profondità di 1-1,5 cm.
  3. I rami sono allevati ai lati, con movimenti su e giù separano il manico dalle tonsille, che crea le condizioni per il libero flusso di masse purulente.
  4. Al momento dello svuotamento della lesione, la testa del paziente viene inclinata verso il basso per impedire all'essudato di entrare nel tratto respiratorio.
  5. Il giorno dopo, le manipolazioni vengono ripetute senza anestesia preventiva.

Dopo l'apertura del paziente vengono prescritti antibiotici, gargarismi con antisettici, fitootvarami (camomilla, calendula, cacciatore, salvia). Quando si sceglie antibiotici sono guidati dalla sensibilità della microflora. La prima linea di difesa sarà la serie di penicilline:

  • "Penicillina";
  • "Amoxicillina";
  • "Oxacillin";
  • "Ampicillina";
  • "Fenossimetilpenicillina".

Per riferimento! Con comprovata intolleranza, l'opzione di sostituire gli antibiotici beta-lattamici sarà macrolidi (eritromicina, claritromicina, azitromicina, Sumamed), cefalosporine (Ceftriaxone, Cefuroxime).

In chirurgica paratonzillita trattamento al posto di grandi mucosa protrusione bisturi mettere al fondo della volta palatina 2-2.5 cm. Funzionamento estremamente doloroso, ma subito dopo cavità drenaggio paziente sperimenta una forte rilievo.

Lo svantaggio di aprire un ascesso sarà un'alta probabilità di incollare i bordi della ferita con un nuovo accumulo di pus, che richiede un intervento ripetuto. Con un prolungato decorso di paratonzillite, ripetuti ascessi, la minaccia di setticemia, sanguinamento dallo spazio dorsale circostante, viene mostrata un'operazione di ascesso-tonsillectomia (rimozione delle tonsille).

Trattamento farmacologico

Tutti i pazienti sono prescritti antibiotici. Per una scelta razionale del farmaco, l'esame batteriologico viene eseguito con un antibiotico. Aminopenicilline, cefalosporine di 2-3 generazioni, i lincosamidi sono ampiamente usati. L'effetto terapeutico si sviluppa di giorno 10, nel caso di antibiotici prolungati, la durata del corso è ridotta.

In casi tipici, viene mostrato l'uso di farmaci del gruppo di analgesici non narcotici, farmaci antinfiammatori non steroidei. Influenzano i segni oggettivi dell'infiammazione: rallentano l'essudazione, inibiscono il rilascio di mediatori e allergie infiammatorie, coordinano il lavoro del centro di termoregolazione.

L'effetto sul centro del dolore, l'attività dei rappresentanti patogeni della microbiocenosi hanno antisettici. Possono essere utilizzati sotto forma di spray (Oralcept, Lugol, Yoks), forme subvenzionali (Faringosept, Ajisept, Septolete, Neo Angin, Lizobact, Teraflu Lar). L'effetto analgesico debole è dovuto al mentolo, più pronunciato: lidocaina, tetracaina.

Effettuare il risciacquo del cavo orale con disinfettanti ("Miramistinom", "Chlorofilliptom", "Clorexidina"). A casa, per l'irrigazione utilizzare soluzioni alcaline o saline, decotti di erbe medicinali (camomilla, erba di San Giovanni, farfara, achillea, caragano, calendula).

Per riferimento! Al fine di aumentare la resistenza del corpo, la protezione immunologica locale viene prescritta immunomodulatori, complessi multivitaminici, antiossidanti di origine vegetale.

I criteri per il recupero da un ascesso angina completeranno immagine ripresa faringoskopicheskoy (ridurre l'edema e l'infiltrazione dei tessuti, l'asimmetria del palato molle, dolore faringeo, Lockjaw muscoli masticatori), la normalizzazione della temperatura, nessun cambiamento negli altri organi.

conclusione

Le infiammazioni purulente distruttive possono essere risolte con un esito letale, quindi il compito principale del paziente a rischio è quello di cercare aiuto medico in modo tempestivo. Una corretta identificazione dei sintomi e il trattamento dell'ascesso paratonsillare saranno la chiave per una regressione attiva senza il rischio di complicanze precoci e tardive.

Mylor

Trattamento per raffreddore e influenza

  • casa
  • Tutto il
  • Trattamento di ascesso alla gola irritata

Trattamento di ascesso alla gola irritata

Una delle complicazioni più spiacevoli della tonsillite acuta è un mal di gola con un ascesso. La formazione purulenta si verifica, di regola, dopo che è passata la fase acuta della malattia, ma può portare a complicazioni maggiori oa gravi conseguenze. Perché c'è un mal di gola con un ascesso e come rilevare i suoi primi segni?

Perché c'è una suppurazione nella gola dopo un mal di gola?

Giustamente parlando, un ascesso nella regione delle tonsille palatine si verifica a seguito del processo infiammatorio (paratonsillite) nella zona dorsale (nei tessuti attorno alle ghiandole).

La ragione della sua formazione è la presenza di diversi tipi di batteri patogeni in questa zona, tra i quali sono necessariamente streptococco o stafilococco. Il processo infiammatorio acuto che esiste nei tessuti attorno alle tonsille, entra nello stadio di suppurazione, con la partecipazione diretta di un certo tipo di batteri (anaerobico, aerobico) e porta alla formazione di un ascesso.

Spesso un ascesso si verifica dopo che la temperatura scende nell'angina acuta, ma spesso si forma anche nel periodo acuto della malattia.

La probabilità di suppurazione è molto alta con la tonsillite acuta non acuta.

Un ascesso nel mal di gola spesso si verifica a causa della presenza nel corpo del paziente di infezioni croniche: rinite, otite, sinusite.

La suppurazione può verificarsi non solo nell'area delle ghiandole (tonsille palatine), ma anche nell'area delle tonsille linguali, nasofaringee e tubulari.

Tuttavia, l'insorgenza di suppurazione nell'area delle tonsille è associata solo all'angina non trattata, è chiamata ascesso paratonsillare.

Altri ascessi tonsillari sono associati a malattie infettive e alla presenza di un'infezione cronica nell'area della gola. L'infiammazione della tonsilla linguale è meno comune, si trova alla base della faringe ed è ben protetta.

Segni di mal di gola ascesso

Di solito i segni di infiammazione delle tonsille e dei tessuti intorno a loro si trovano molto prima dell'ascesso formato. In questo periodo iniziale di ascesso peritonsillare, il trattamento terapeutico è possibile senza l'uso di metodi chirurgici.

Tra le manifestazioni più caratteristiche ci sono i seguenti sintomi:

  • dolore su un lato della gola;
  • dolore durante la deglutizione;
  • arrossamento della gola.

Si verificano pochi giorni prima della formazione di una capsula purulenta (da 2 a 8 giorni prima).

Altri sintomi appariranno gradualmente.

  1. Forte mal di testa
  2. Linfonodi cervicali ingranditi.
  3. È difficile per il paziente deglutire e fa male aprire la bocca (spasmo tonico dei muscoli masticatori).
  4. La lingua si gonfia, la lingua viene spostata verso la sana tonsilla.
  5. C'è un odore sgradevole dalla bocca (putrido).
  6. C'è una debolezza generale, sudorazione eccessiva, affaticamento.
  7. Spesso il dolore dà nell'orecchio.

Durante la formazione di un ascesso:

  • temperatura corporea molto alta (fino a 39-40 ° C);
  • si verificano allucinazioni.

In media, un ascesso si forma in 2-8 giorni dopo l'inizio del periodo acuto della peritonsillite.

Un mal di gola non trattato nel tempo, un ascesso ne provoca uno più esteso.

Cause di ascesso tonsillite

Tra le cause della malattia sarà la seguente.

Tipi e forme di ascesso tonsillite


I medici distinguono tre tipi di ascessi.

  1. Retrofaringei. Il più delle volte si verifica dopo l'infezione nei bambini.
  2. Side. Sembra come risultato di infezioni o come risultato di un danno meccanico alle tonsille negli adulti. È considerato il più difficile, in quanto può diffondersi nell'area della faringe.
  3. Okolomindalikovy. È associato a malattie infettive, immunità indebolita a causa di malattia, comparsa di cicatrici durante il mal di gola, tessuto sciolto attorno alle tonsille (a causa dello stesso mal di gola) e presenza di batteri anaerobici o aerobi (streptococchi o stafilococchi). Questo tipo di ascesso si verifica a causa di un mal di gola, durante il quale altri batteri si sono uniti all'infezione principale.

Nel periodo acuto si verifica l'infiammazione, ma la capsula purulenta non si è ancora formata. Questo periodo è meno pericoloso per la salute e la vita del paziente, tuttavia richiede un trattamento ospedaliero. Per lui, il caratteristico dolore forte, che è meno intenso che con l'ascesso formato.

Con un ascesso, la suppurazione esiste già, il che renderà le condizioni del paziente pesanti e potrebbe causare sentimenti di incapacità di ingoiare cibo e acqua, a volte c'è difficoltà nella respirazione.

Indicatori della temperatura corporea salire ai massimi livelli, il paziente è privato della possibilità di aprire la bocca. Un ascesso richiede un intervento chirurgico urgente, poiché la malattia può rappresentare una minaccia per la salute del paziente.

Ascesso Okolomindikovy richiede sempre un trattamento in ospedale, anche se la sua autopsia è successo spontaneamente!

Metodi di trattamento dell'angina ascesso

La scelta di un programma per l'ascesso paratonsillare dipenderà dallo stadio di sviluppo della malattia. Tali metodi sono possibili: trattamento terapeutico, una combinazione di metodi terapeutici e intervento chirurgico e solo chirurgia.

Trattamenti terapeutici

Tra il trattamento farmacologico, che viene mostrato nel periodo iniziale e acuto, si distinguono le seguenti procedure.

  • La nomina di grandi dosi di farmaci antibatterici ad ampio spettro. Tra i ben collaudati ci sono gli amoxicilline, i macrolidi. Un'alternativa a loro sono le cigalosporine di seconda e terza generazione.
  • La nomina di antidolorifici.
  • Trattamento topico con antisettici, antibiotici locali e analgesici, ad esempio Bioparox.
  • In alcuni casi, sono prescritti corticosteroidi.

Con la chirurgia, sono possibili due opzioni.

  1. Questa è un'apertura di un ascesso per incisione. L'incisione è fatta nella bocca o sulla parte gonfia del collo o all'intersezione delle linee orizzontali e verticali. Una siringa di Hartmann viene inserita nell'incisione, l'incisione si espande con il suo aiuto e la rete di ascesso si rompe. Dalla capsula succhiò contenuti purulenti. In alcuni casi, l'apertura della capsula di ascesso porta all'adesione delle pareti ed è necessario ricorrere al drenaggio della ferita. Potrebbero essere necessari da 2 a 5 giorni. Insieme con la chirurgia, viene effettuato il trattamento farmacologico con antibiotici, antisettici e antidolorifici. Il più difficile è eseguire l'incisione con l'ascesso dopo un mal di gola tonsillare.
  2. La tonsillectomia (rimozione delle ghiandole) è un metodo radicale per il trattamento dell'ascesso paratonsillare. Molto spesso durante questa operazione, ricorrere alla tonsillectomia bilaterale (entrambe le ghiandole vengono rimosse). Erroneamente, alcuni credono che un mal di gola senza ghiandole non sia più possibile. Tuttavia, questo non è il caso. Nella gola ci sono altre tonsille più piccole, che possono anche diventare infiammate e causare tonsillite acuta. Se le tonsille non vengono completamente rimosse durante una tonsillectomia (rimane un piccolo numero di cellule), allora è possibile una reazione ricorrente.

Sollievo dal dolore nel trattamento palliativo

L'anestesia per incisione e tonsillectomia ha le sue caratteristiche. L'uso di anestesia locale, di regola, non dà i risultati desiderati.

Pertanto, il paziente deve decidere se sarà in grado di essere paziente o se è necessario eseguire l'operazione in anestesia generale.

Per i bambini, così come per i pazienti problematici difficili, questa procedura chirurgica deve essere eseguita in anestesia generale.

Possibile complicazione dell'angina ascesso

Tra le conseguenze degli ascessi peri-aluminosi sono le seguenti condizioni complesse.

  • Edema laringeo, pericoloso in quanto può causare il soffocamento del paziente.
  • Cellulite del pavimento della bocca, in cui il pus non ha confini chiari e il processo si estende all'intera cavità orale.
  • Mediastinite. Il processo infiammatorio nel mediastino, che può essere fatale.

È molto importante condurre un trattamento tempestivo degli ascessi della gola in ospedale. Questo determinerà la corretta tattica di trattamento e aiuterà a evitare le terribili complicazioni in modo corretto.

Guarisci e sii sano!

Episodi non trattati di angina sono pieni di complicazioni multiple - questo è un fatto che non richiede conferma. Le conseguenze più comuni di un trattamento inadeguato della tonsillite acuta sono i processi infiammatori nel tessuto paratonsillare della regione lombare. Nella maggior parte dei casi, queste ulcere compaiono dopo la stabilizzazione del paziente. Ma non meno rari sono gli episodi in cui un mal di gola con un ascesso si verifica nella fase acuta della malattia.

Complicazioni sotto forma di ascesso paratonsillare (PTA) si verificano nei pazienti indipendentemente dalla loro età. Okolomindikovnye bolle possono verificarsi in bambini e adulti. Cosa c'è di così terribile mal di gola complicato da ascesso paratonsillare? Prima di tutto, il fatto che esiste una possibilità di distribuzione di pus nei tessuti circostanti del collo. E questo a sua volta è pieno di complicazioni così gravi come mediastinite, flemmone di spazio parafaringealnogo, sepsi e così via.

Torna al sommario

Ascesso Okolomindikov - lo stadio finale di paratonzillita: un processo infiammatorio nei tessuti che circondano la tonsilla. Patologia si verifica all'interno della regione paratonsillar dopo la penetrazione di un'infezione virulenta. Spesso gli agenti causali sono streptococchi, stafilococchi, funghi di lievito del genere Candida, così come Haemophilus Influenzae, Klebsiella ed Escherichia colli.

La paratonsillite può verificarsi in pazienti di diverse età ed è classificata al primo posto tra i processi purulenti della faringe in termini di gravità e complessità del trattamento della malattia. I casi più frequenti di ascesso a causa di un trattamento inadeguato di tutte le forme di tonsillite acuta (angina). Tuttavia, molti esperti osservano la stagionalità della malattia. I casi dell'apparenza dell'ascesso quasi onnipotente sono registrati più spesso all'inizio della primavera e in profondità nel tardo autunno.

Torna al sommario

I sintomi di un ascesso paratonsillare si verificano molto prima della sua formazione. I primi segni di un disastro imminente, come un mal di gola acuto e un dolore durante la deglutizione, possono essere visti da due a otto giorni prima della comparsa di un ascesso. A poco a poco, le condizioni del paziente peggiorano, ci sono dolori persistenti nell'area del paratonzillar e inizia la febbre.

Inoltre, l'ascesso paratonsillare è caratterizzato da sintomi come:

  • Il verificarsi di mal di testa persistente
  • Linfonodi ingrossati
  • La comparsa di odore sgradevole e putrido dalla bocca
  • Violazione della fonazione
  • La presenza di trisma (spasmo tonico dei muscoli masticatori)
  • Intossicazione generale del corpo
  • Dolore all'orecchio

Tipicamente, un ascesso si verifica dopo un mal di gola, quando l'infiammazione generale è alleviata e le condizioni del paziente sono migliorate. La clinica inizia con una ipertermia improvvisa e rapida fino a 39 ° C (in alcuni casi, la temperatura sale ancora di più). C'è dolore quando deglutisci o bevi (singolarità). Spesso il dolore è localizzato da una parte. L'ugola può essere spostata verso la tonsilla sana.

In futuro, ci sono due opzioni per lo sviluppo della situazione. O attraverso il trattamento, l'infiammazione scompare, o dopo tre-otto giorni, una forma di ascesso, che viene trattata chirurgicamente. Allo stesso tempo l'ascesso paratonsillare si manifesta spesso di nuovo. I batteri aerobici e anaerobici contribuiscono alla ricaduta. Staphylococci, streptococchi e Hemophilus sono spesso coinvolti nel processo.

Torna al sommario

L'assorbimento nell'area di okolomindalkoy non può essere curato a casa. Tutti i fondi usati per trattare l'angina sono inefficaci. Anche se l'ascesso è maturato e ti è sembrato che il pus defluisse, questo è lontano dal caso. La maggior parte dei contenuti patologici purulenti rimanevano nella profondità dei tessuti molli. Nel tempo, la microflora patologica contribuirà alla formazione di masse purulente. Il pus nell'ascesso si accumula fino a raggiungere una massa critica e si verifica il suo ri-deflusso.

"È importante: l'ascesso paratonsillare per la tonsillite viene trattato esclusivamente su base ambulatoriale chirurgica. L'autotrattamento nella formazione di ascessi di okolimdalikovym - è inaccettabile. "

L'ascesso paratonsillare si riferisce a un gruppo di malattie che richiedono un intervento medico di emergenza. Come tutti i tipi di ascessi, le ulcere paratonsillari sono trattate chirurgicamente con un'incisione. Il tipo di ascesso determina il piano dell'operazione.

A seconda dell'ubicazione preferita dell'ascesso, ci sono quattro tipi di ascessi paratonsillari:

  • Cima anteriore
  • antero-inferiore
  • laterale
  • posteriore

Il più pericoloso e difficile da lavorare è considerato un ascesso laterale, poiché può diffondersi nello spazio cellulare per faringeo. Inoltre, l'operazione può essere complicata dall'eventuale presenza di trisma muscolare. Ciò complica notevolmente sia la diagnosi di un ascesso paratonsillare, sia la chirurgia. Dopo un'operazione riuscita, il paziente viene drenato dall'area interessata, alleviando così il dolore dello stiramento del tessuto.

Inoltre prescritto terapia con antibiotici e farmaci antistaminici di gruppo. Al paziente vengono prescritti farmaci antipiretici e analgesici. Inoltre, nel trattamento degli ascessi paratonsillari, il risciacquo con soluzioni disinfettanti si è raccomandato bene. Per il recupero più rapido del paziente sono prescritti farmaci glucocorticoidi.

Anche la dieta nel periodo postoperatorio è di grande importanza. Il paziente è raccomandato cibo caldo, morbido o anche semi-liquido arricchito con vitamine e microelementi. Per la rapida disintossicazione del corpo, ai pazienti viene prescritto un consumo frequente e abbondante. Con una prognosi favorevole, la durata della disabilità del paziente viene calcolata in media da dieci a quattordici giorni.

È opinione diffusa che la rimozione dell'ascesso paratonsilico debba essere eseguita esclusivamente in anestesia locale o generale. Ma, come dimostra la pratica, l'anestesia locale buona ed efficace con PTA è praticamente impossibile. Ancora più inutile è l'anestesia superficiale (schizzi o macchie) del sito di incisione.

L'introduzione dell'iniezione di anestetici (paracapsular) inoltre non porta al risultato desiderato, poiché provoca ancora più dolore dalla compressione dell'ascesso sotto l'azione del fluido iniettato. In altre parole, l'apertura di un ascesso paratonsillare viene eseguita dal chirurgo, senza anestesia o in anestesia generale.

"Se un paziente ha un trisismo (spasmo) e non è possibile raggiungere la piena apertura della bocca, viene eseguito un blocco della novocaina intracutanea nell'angolo mandibolare sul lato su cui viene diagnosticato l'ascesso."

Se il paziente accetta di sopportare il dolore ed eseguire la rimozione dell'ascesso senza anestesia, il chirurgo apre l'ascesso con il morsetto di Pean con un'estremità sottile e appuntita. Dopo l'apertura, la cavità viene drenata e disinfettata. Se l'ascesso paratonsillare viene diagnosticato nei bambini o nei pazienti ansiosi, viene applicata l'anestesia generale. Inoltre, l'anestesia generale viene eseguita per le indicazioni di tonsillectomia (rimozione delle tonsille).

Le principali indicazioni per la rimozione delle tonsille (tonsillectomia):

  • Gole dolorose ricorrenti
  • Localizzazione sfavorevole del punto d'ebollizione, interferendo con il drenaggio e la dissezione efficaci
  • Nessun cambiamento dopo l'autopsia dell'ascesso
  • La comparsa di sintomi di complicanze causate da ascesso

Se l'operazione viene eseguita in anestesia generale, di solito dopo la rimozione dell'ascesso, viene eseguita la tonsillectomia (sotto lo stesso anestetico). La tonsilla viene rimossa dal lato interessato, e abbastanza spesso entrambe le ghiandole vengono rimosse durante l'operazione.

La decisione di rimuovere la seconda amigdala è presa dal chirurgo in ogni caso particolare. Ma, come dimostra la pratica, la rimozione a stadio singolo di entrambe le tonsille è più appropriata. L'operazione inizia con la ghiandola malata, poiché in questo caso l'accesso per la chirurgia dall'altra parte è notevolmente semplificato.

Torna al sommario

Okomindalikovym ascissa pericolose complicazioni possibili. In assenza di un trattamento qualificato, il pus accumulato viene versato nei tessuti molli del collo e porta alla comparsa di tali processi patologici come:

  • Ulcera faringea
  • Angina ludwig
  • sepsi
  • Necrosi tissutale
  • mediastiniti
  • Phlegmon spazio parafaringeo

Tutte queste malattie sono difficili da trattare e suggeriscono un ricovero prolungato del paziente nel reparto ORL. Inoltre, in ciascuno di questi casi, vengono eseguite complesse procedure chirurgiche con un'ampia area operativa. Considera le conseguenze più deplorevoli di un ascesso paratonsillare non trattato.

L'ascesso occipitale o retropharyngeal è una complicazione frequente negli episodi avanzati di ascesso paratonsillare. Porta a edema acuto dell'ingresso alla cavità laringea, nonché a soffocamento in caso di apertura spontanea.

Infiammazione bilaterale necrotica dei tessuti molli del pavimento della bocca, che porta ad ammorbidire e sciogliere i muscoli in tutto o in certe zone. Angina Ludwig difficile da trattare. La terapia della malattia è complessa, con l'invariabile apertura della estesa cavità interessata chirurgicamente. La necrectomia viene spesso eseguita durante l'operazione.

Infiammazione del mediastino, una malattia pericolosa per la vita e che richiede un intervento chirurgico di emergenza, dal momento che la mediastinite porta ad un'estesa proliferazione di tessuto fibroso attorno alle vie respiratorie e alle navi vicine.

Inoltre, ascessi paratonsillari portano alla formazione di un flemmone flemmone, così come la formazione di tessuti necrotici nello spazio circostante. Spesso nei casi avanzati di tonsillite acuta, complicata da ascessi, c'è sepsi.

Profilassi dell'ascesso

In quanto tali, i metodi specifici generali di prevenzione degli ascessi di quasi-mandorla non esistono. Tuttavia, ogni persona deve seguire una serie di regole che contribuiscono al rafforzamento dell'immunità e aumentano la sua resistenza alle influenze infettive.

Ad esempio, per prevenire l'insorgenza di ascessi purulenti nella regione paratonsillare, sono utili procedure di rinvenimento locale e generale del corpo. Non meno efficace:

  • Educazione fisica
  • Carichi sportivi sistematici
  • Trattamenti aerei e idrici
  • Esposizione ai raggi UV

Per eliminare i focolai di infezione, è importante osservare l'igiene orale. Ad esempio, i denti con lesioni cariose, adenoidi, gengiviti sono fonti permanenti di microflora patogena. Può essere attivato con la confluenza di fattori avversi.

Ma, indubbiamente, l'ascesso paratonsillare è una manifestazione clinica di episodi di angina non trattati. Pertanto, nel trattamento della tonsillite acuta, è così importante applicare il trattamento razionale in una clinica in tempo e osservare il regime prescritto dal medico.

Ma anche nei casi in cui un mal di gola è complicato da un ascesso, l'accesso tempestivo a un medico può salvare il paziente dalla malattia in breve tempo. La prognosi per ascesso paratonsillare è generalmente favorevole. Già dopo dieci o quattordici giorni, il paziente può tornare all'esercizio delle sue mansioni lavorative.

Paratonsillary, o ascesso okolomindalny è un processo incendiario affilato con localizzazione nel tessuto okolomindalinovogo. Altri nomi - mal di gola catarro, paratonzillit. È principalmente il risultato della diffusione dell'infiammazione nel mal di gola o della tonsillite cronica.

Il processo potrebbe essere unilaterale o bilaterale.

Tipi di malattia

A seconda della posizione, è consuetudine distinguere diversi tipi di paratonzillite:

  1. Il processo infiammatorio nella prima varietà è localizzato tra l'arco palatina e il polo superiore dell'amigdala. Questa forma della malattia è la più comune, a causa di una caratteristica della parte superiore dell'amigdala: il suo drenaggio insufficiente. Allo stesso tempo sporge il lato affetto del cielo edematoso. Cinque giorni dopo l'inizio della malattia, un centro di infiammazione appare sotto forma di eminenza giallastra sulla superficie dell'arco palatale-linguale. In questo luogo, un ascesso tende ad aprirsi.
  2. Nella forma posteriore, l'infiammazione è localizzata tra l'arco palatofaringeo e l'amigdala. Questa disposizione non porta a problemi quando si apre la bocca - questo momento è molto importante per la diagnosi. Con la localizzazione posteriore di un ascesso, il processo infiammatorio spesso va alla laringe, che porta ulteriormente a un restringimento significativo del suo lume e difficoltà di respirazione.
  3. La forma inferiore è caratterizzata dalla presenza di un processo infiammatorio al polo inferiore della tonsilla. Questa specie può svilupparsi a causa della dentatura impropria dei denti del giudizio, della carie e di alcune altre malattie dentali.
  4. In alcune classificazioni, si distingue anche un tipo esterno di ascesso paratonsillare, in cui l'infiammazione copre l'area verso l'esterno dalle tonsille. Questa forma è abbastanza rara.

L'essenza di questa malattia sta nella suppurazione della fibra friabile e nello sviluppo di un ascesso vicino alla tonsilla. Il processo è sviluppato come segue:

Il mal di gola, accompagnato da tonsillite acuta, porta alla formazione di cicatrici sulle tonsille, impedendo il deflusso della secrezione purulenta e la penetrazione delle infezioni nella zona dell'amigdala e della dalin. La fibra sciolta comincia ad infiammarsi, i capillari sono riempiti di sangue e si espandono, c'è un significativo gonfiore della mucosa.

La paratonsillite con la stessa frequenza si verifica sia negli adulti che nei bambini (al contrario della tonsillite, che è più comune nell'infanzia).

Il quadro clinico appare 2-8 giorni prima dell'inizio della formazione di un ascesso. Le condizioni del paziente si deteriorano gradualmente:

  • i dolori unilaterali compaiono in gola;
  • il dolore aumenta durante la deglutizione;

Questi due segni sono i primi sintomi della malattia.

Man mano che l'ascesso si sviluppa, si uniscono altri sintomi:

  • dolore peritonsillare permanente;
  • malessere generale;
  • febbre;
  • mal di testa;
  • disturbo del sonno;
  • violazione della fonazione;
  • mal d'orecchi sul lato affetto;
  • linfonodi ingrossati;
  • gonfiore della lingua;
  • brividi;
  • aumento della temperatura corporea a 39-40 gradi;
  • presenza di alitosi;
  • trisma (spasmo tonico dei muscoli masticatori);
  • gonfiore e arrossamento del palato e della regione delle tonsille, portando gradualmente al fatto che l'edema inizia a chiudere l'amigdala e "sposta" la lingua nella direzione opposta.

Parlando di sindrome del dolore nell'ascesso peritonsillare, va notato che ha alcune differenze dal dolore nel mal di gola:

  • è più acuto;
  • osservato in uno stato calmo;
  • amplificato dal minimo movimento;
  • irradia fino ai denti o all'orecchio.

Di conseguenza, il paziente non può aprire la bocca, cercando di mantenere la testa ferma, leggermente inclinata verso il lato colpito. Mangiare è molto più difficile o impossibile.

Il trattamento della peritonsillite viene effettuato con tre metodi principali.

  • conservatore;
  • un intervento chirurgico;
  • complesso.

Il trattamento conservativo è efficace durante la fase iniziale della malattia. È diviso in due tipi:

Nel processo di trattamento generale utilizzando i seguenti farmaci:

  1. Agenti antibatterici Nel corso della ricerca è stato rivelato che l'uso di antibiotici tetraciclinici e aminoglicosidici non è efficace nel trattamento dell'ascesso paratonsillare. È consigliabile assegnare amoxicillina non protetta o protetta - amoxicillina-clavulanato, che ha un ampio spettro di azione antibatterica su microrganismi gram-negativi e gram-positivi.
  2. I macrolidi vengono utilizzati in assenza di effetti a seguito di precedenti terapie.
  3. Agenti antibatterici alternativi sono cefalosporine di seconda o terza generazione.
  4. Il trattamento generale comprende anche le seguenti misure: terapia anestetica; terapia di iposensibilizzazione; assunzione di vitamine; uso di immunostimolanti.

La terapia locale consiste nelle seguenti procedure:

  • risciacquare la faringe utilizzando soluzioni antisettiche;
  • uso di farmaci antibatterici locali.

Il farmaco bioparox (fusafungin), che ha un ampio spettro di azione, è ampiamente usato. Blocca la riproduzione della microflora patogena sulla mucosa faringea proprio al centro dell'infezione. oh

Lo strumento ha un duplice effetto:

Quando la malattia passa al secondo stadio (cioè quando un ascesso si sta già formando), i metodi conservativi non sono sufficienti: è anche necessario usare metodi chirurgici di trattamento. Sono divisi in due gruppi:

I metodi palliativi includono:

  • puntura di ascesso paratonsillare seguita da aspirazione di infiltrato purulento;
  • aprendo un ascesso per incisione (incisione).

Va notato che l'autopsia non porta in tutti i casi allo svuotamento dell'ascesso e al recupero del paziente. A volte il buco può attaccarsi con essudato o fibrina purulenta, il che porta alla necessità di espandere la ferita. Il drenaggio della cavità può richiedere 2-5 giorni.

Un metodo di trattamento radicale è la tonsillectomia bilaterale. Rende possibile, insieme al drenaggio della cavità ascessuale, eliminare un focolaio infettivo localizzato nell'amigdala, che è la causa della formazione di un ascesso nel tessuto quasi-mandorlo.

In alcuni casi, possono verificarsi complicazioni. Nella maggior parte dei casi - principalmente con un'immunità indebolita - un ascesso porta allo sviluppo della cellulite dello spazio faringeo. La ragione è la penetrazione di batteri patogeni dal tessuto interessato nella parte perifaringea per mezzo del costrittore della faringe superiore.

Quando compare il flemmone, le condizioni del paziente iniziano a peggiorare:

  • la temperatura corporea sale bruscamente;
  • si verifica l'intossicazione generale del corpo;
  • è difficile per il paziente aprire la bocca;
  • si osserva una salivazione eccessiva;
  • c'è un odore putrido dalla bocca;
  • la deglutizione è quasi impossibile a causa di gonfiore e dolore;
  • anche la respirazione è difficile.

Phlegmon può trasformarsi in mediastinite purulenta o causare altre complicazioni:

  • sanguinamento da grandi vasi cervicali;
  • Ludwig mal di gola;
  • tromboflebite;
  • necrosi tessutale;
  • trombosi della vena giugulare (interna);
  • la comparsa di fenomeni settici;
  • shock tossico contagioso.

1. La principale misura preventiva è il trattamento corretto della patologia sottostante.

2. La prevenzione individuale consiste in misure per rafforzare le difese del corpo e aumentare la resistenza contro le malattie infettive. Eccellente aiuto:

  • indurimento generale e locale;
  • procedure acqua e aria;
  • fare sport;
  • Irradiazione UV.

3. Igiene della bocca e del naso aiuta a eliminare i focolai di infezione.

È necessario un trattamento tempestivo di denti cariati, adenoidi, gengiviti croniche e altre condizioni patologiche che contribuiscono alla diffusione della microflora patogena, che viene attivata sullo sfondo di una serie di fattori avversi.

4. Le misure preventive comunitarie comprendono:

  • miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro;
  • osservanza delle norme igienico-sanitarie;
  • miglioramento ambientale.

Un ascesso della gola, chiamato anche ascesso retrofaringeo, è una conseguenza della suppurazione della fibra della regione faringea e dei linfonodi.

L'aspetto della malattia è promosso da microrganismi piogeni che penetrano nel corpo attraverso vie linfatiche attraverso l'orecchio medio, il rinofaringe e il naso.

In alcuni casi, l'ascesso faringeo si sviluppa a causa di malattie come:

Inoltre, l'ascesso tonsillare può apparire a causa di lesioni meccaniche della mucosa della cavità faringea.

TUTTI dovrebbero sapere su questo! INCREDIBILE, MA FATTO! Gli scienziati hanno stabilito una relazione spaventosa. Risulta che la causa del 50% di tutte le malattie di ARVI, accompagnata da febbre, così come i sintomi di febbre e brividi, sono BATTERI e PARASSITI, come Lyamblia, Ascaris e Toksokara. Quanto sono pericolosi questi parassiti? Possono privare la salute e ANCHE LA VITA, perché influenzano direttamente il sistema immunitario, causando danni irreparabili. Nel 95% dei casi, il sistema immunitario è impotente contro i batteri e le malattie non ci metteranno molto ad aspettare.

Per dimenticare una volta per tutte i parassiti, preservando la loro salute, esperti e scienziati consigliano di prendere...

Ci sono questi tipi di ascessi:

La suppurazione occipitale si sviluppa più spesso in tenera età. Si verifica nel corso di una malattia infettiva di natura infiammatoria o dopo il suo verificarsi.

L'ascesso faringeo laterale si presenta spesso nell'età adulta. Inoltre, le eruzioni purulente sono concentrate nella zona periparingea. Le cause di questo processo si trovano nelle malattie infettive della gola o nelle lesioni meccaniche della mucosa.

Ascesso Okolomindikovy - queste sono frequenti conseguenze per l'angina e le lesioni della gola mucosa.

L'ascesso della gola purulenta si sviluppa a causa della microflora mista, in cui gli stafilococchi e gli streptococchi vivono insieme ad altri tipi di bastoncini intestinali. Più spesso, le cause di questa condizione si trovano nelle infiammazioni croniche degli organi ENT.

Quindi, questa complicanza può contribuire alla tonsillite follicolare cronica. Inoltre, appare in caso di esacerbazione di tonsillite cronica. Ghiandole ancora infiammate possono essere causate da problemi con adenoidi, che sono le tonsille rinofaringee allargate.

Dopo aver colpito il rinofaringe, i batteri piogeni iniziano a moltiplicarsi sulla membrana mucosa della gola, a causa della quale si verifica prima il rossore, e poi si formano rash purulenti, come mostrato nella foto.

Inoltre, ci sono sintomi come arrossamento e tonsille allargate. Questo processo accompagna il dolore, che spesso si irradia all'orecchio.

I sintomi della malattia sono curati all'istante. Quindi, in un paziente con tonsillite, quando le tonsille sono infiammate, sono presenti le seguenti manifestazioni:

  • disagio quando si spostano i muscoli periomaxillary;
  • alta temperatura;
  • difficile parlare, respirare e deglutire;
  • scarico mucoso;
  • naso chiuso;
  • dolore nella ghiandola sottomandibolare.

Questi sintomi sono completati da brividi, nausea, alitosi, disidratazione dell'orgasmo e vomito. Inoltre, l'ascesso della gola è caratterizzato da sintomi come sonnolenza, dolore ai muscoli e alla testa, affaticamento e rapida stanchezza.

Eruzioni cutanee di carattere purulento sui tessuti situati vicino alla laringe, accompagnate da gonfiore (fluttuazione). Nel processo di palpazione della gola, si osservano tenute, linfonodi ingrossati, gonfiore e aumento della temperatura locale.

Quando fa una diagnosi di "ascesso della gola in caso di mal di gola", la faringoscopia rivela una infiltrazione ovale che prevale leggermente sui tessuti sani. Spesso è gonfio e iperemico. Nel condurre studi di laboratorio ha rivelato un aumento della VES e delle leucocitosi.

L'ascesso purulento per l'angina ha un nome medico - ascesso paratonsillare. Sintomi della malattia - infiammazione dello spazio circostante. Di regola, la malattia è localizzata su un lato della gola, sebbene vi siano ascessi bilaterali.

Spesso questa complicanza si sviluppa dopo l'esacerbazione della tonsillite cronica e sullo sfondo di una terapia inadeguata della tonsillite follicolare o lacunare. In questo caso, dopo aver ridotto la progressione della malattia, anche quando i suoi sintomi scompaiono, dopo 2-3 giorni si verifica una grave recidiva.

E nel processo di deglutizione, il paziente avverte dolore nell'orecchio. E nella gola ci sono arrossamento e gonfiore. Inoltre, solletico e dolore si verificano nel processo di masticazione in gola.

Sotto la mandibola i linfonodi cervicali sono roteati, a causa del gonfiore dei tessuti è impossibile aprire completamente la bocca. Il mal di gola è accompagnato da febbre alta, che si attenua al mattino e aumenta di sera.

Inoltre, sintomi come:

  1. mancanza di respiro;
  2. muscoli e mal di testa;
  3. twang;
  4. aumento della salivazione

Vale la pena notare che l'ascesso purulento della gola con angina, se non esiste una terapia competente e tempestiva, può portare a gravi complicazioni.

Se trattate questo fenomeno a casa, allora tutto può finire con conseguenze spiacevoli. Pertanto, quando si verificano le manifestazioni iniziali di suppurazione, è necessario contattare un otorinolaringoiatra.

Il medico effettuerà un'ispezione visiva e poi condurrà vari test. Quindi, al paziente può essere assegnata una puntura, che è presa dalla formazione purulenta.

Inoltre, è necessario superare i test per il serbatoio - la semina dalla faringe. Inoltre, il medico esamina la storia clinica del paziente. Forse il paziente aveva precedentemente sofferto di simili malattie del tratto respiratorio superiore.

Vale la pena notare che il trattamento di un ascesso è orgoglioso di essere portato a termine a casa. La terapia della malattia deve essere effettuata in un ospedale. Può essere chirurgico o medico.

Il trattamento farmacologico viene effettuato se la patologia è stata diagnosticata in una fase iniziale di sviluppo. In assenza di un risultato corretto o di una forma trascurata della malattia, viene eseguita un'operazione.

Il trattamento con farmaci comporta la somministrazione intramuscolare di grandi dosi di farmaci antibatterici ad ampio spettro come Cefazolina e Penicillina. Per alleviare i trismi delle mascelle, Novocain viene prescritto al paziente (0,5%).

A casa, puoi fare i gargarismi con:

  • soluzione di soda;
  • decotto di camomilla;
  • furatsilina;
  • infuso di salvia;
  • Rotokan.

In angina, il medico prescrive il trattamento con aerosol antisettici, farmaci antipiretici e analgesici. Un altro paziente ha bisogno di aumentare le funzioni protettive del corpo.

A tal fine, ha bisogno di bere farmaci immunostimolatori, come il desossiribonucleinato di sodio e l'azoxyimer.

Quando la malattia è in stadio avanzato o l'uso di agenti antibatterici non ha successo, viene utilizzato un intervento chirurgico. Quindi, un ascesso che è maturato per quattro giorni deve essere aperto immediatamente senza uno svuotamento spontaneo.

L'apertura dell'istruzione purulenta viene effettuata secondo uno schema specifico. Inizialmente, l'anestesia locale viene effettuata per mezzo di mezzi di spruzzatura o di elaborazione. Per questo può essere usato:

Quindi viene praticata un'incisione sul collo gonfio. Se non vi è alcun evidente gonfiore, il chirurgo si concentra sull'intersezione delle linee orizzontali e verticali e nella direzione sagittale per una lunghezza e una profondità non superiori a due centimetri. Quindi fa un'incisione usando un bisturi.

Una siringa Hartmann viene inserita nel foro, dopo di che si espande fino a 4 cm, a causa della quale i ponticelli nella cavità ascessuale vengono spezzati. Dopo questo, il drenaggio è fatto.

In alcuni casi, l'autopsia viene eseguita utilizzando strumenti speciali: una siringa di Hartmann o uno strumento di Schneider. Il loro aspetto è mostrato nella foto qui sotto.

I più difficili da aprire sono ascessi con localizzazione esterna. In questi casi, viene utilizzata l'ascessestestectomia, che attualmente è molto richiesta.

Per l'attuazione di questa procedura, ci sono alcune indicazioni, che sono le seguenti:

  1. La presenza di sintomi di esacerbazione di paratonzillite (mediastastinite, sepsi, parafaringite e flemmone).
  2. Paratonzilliti, ripetuti nella storia;
  3. La mancanza di miglioramento e la dinamica positiva dopo aver aperto un ascesso e pompato fuori dal pus;
  4. Luoghi di ascesso scomodi, ad esempio, la formazione laterale è difficile da aprire e drenare.

Vale la pena notare che tale trattamento richiede un follow-up di follow-up.

  • Condividi Con I Tuoi Amici

Altri Articoli Sul Trattamento Del Naso

Antibiotici per faringite: una lista dei migliori per bambini e adulti

La faringite è un processo infiammatorio acuto o cronico che si verifica nella mucosa della parete posteriore faringea. Il sintomo principale di questa patologia è la malvagità e il dolore alla gola, che sono aggravati dalla deglutizione.

Lugol con tonsillite purulenta e sua efficacia

Lugol è un agente efficace e comprovato per il trattamento delle malattie infettive infiammatorie della mucosa orofaringea.Questo farmaco ha un effetto antisettico locale ed è spesso usato per tonsillite e stomatite.