Loading

Come trattare l'ascesso della gola a casa e la chirurgia?

Ascesso della gola può essere una conseguenza frequente di una storia di angina con trattamento inadeguato della malattia, che cosa è, così come le foto che mostrano le manifestazioni esterne, i sintomi e le fasi del trattamento chirurgico vi permetterà di comprendere le caratteristiche distintive di questo processo purulento.

Il termine "ascesso della gola" è inteso come una malattia infiammatoria che si verifica con la formazione di essudato nell'area circostante. La malattia di solito si manifesta dopo aver sofferto di tonsillite e richiede un intervento chirurgico e medico immediato, poiché qualsiasi processo purulento localizzato nella testa e nel collo senza una terapia appropriata è pieno di gravi complicanze.

Tipi e classificazione

A causa delle caratteristiche topografiche della formazione di ascessi della gola, può essere confusa con una lesione simile della laringe, pertanto la sistematizzazione esistente delle patologie riflette tutti i processi osservati nell'orofaringe.

► Qualsiasi infiammazione che si verifica con l'insorgenza di pus attraversa diverse fasi della malattia.

  1. La formazione di essudato - l'aumento dei segni di infiammazione, in cui si accumula lo scarico sieroso o purulento.
  2. La formazione di ascessi è il periodo più pronunciato della malattia quando la suppurazione raggiunge il suo massimo e si osserva la distruzione della fibra.
  3. L'estinzione dei fenomeni è lo stadio finale, durante il quale avviene l'autopsia dell'ascesso, e in assenza di intervento medico, il processo è cronologicamente.

► In base alla topografia ci sono tre gruppi:

  • ascesso paratonsillare - l'infiammazione colpisce le aree intorno alle tonsille;
  • ascesso peritonsillare - fusione purulenta di tessuti sfusi nella periferia;
  • ascesso retrapharyngeal - il processo patologico ha luogo nello spazio faringeo.

► Sulla localizzazione dell'accumulo di pus nella gola:

  • anteriore - il fenomeno più comune quando l'infezione penetra attraverso la cavità orale e si deposita nelle depressioni delle tonsille, dove si sviluppa l'infiammazione;
  • posteriore - il pus si accumula tra le adenoidi e l'arco palatale posteriore;
  • inferiore - il processo si svolge sotto il polo inferiore della tonsilla, a causa del quale i segni esterni della malattia sono lievi;
  • laterale - la patologia più rara, ma presenta le complicanze più gravi, poiché l'ascesso si trova tra l'accumulo di tessuto linfoide e la superficie esterna del collo.

cause di

La malattia è spesso rilevata nell'infanzia e nell'adolescenza, così come nei giovani sotto i 20 anni di età. Ci sono diversi motivi per cui si può sviluppare un ascesso della gola.

Tuttavia, la patologia infettiva degli organi ENT è considerata la più comune sia in un bambino che in un adulto. La malattia è causata dalla penetrazione di batteri produttori di pus: stafilococchi, streptococchi e alcuni tipi di E. coli, nonché protea e Klebsiella.

Tra i motivi principali ci sono i seguenti:

  • gli effetti del mal di gola - la tonsillite, che non era completamente guarita o un farmaco inappropriato è stato usato per eliminare le sue cause alla radice. Le tonsille palatino hanno una struttura sciolta e lacunare, e sono anche ricoperte da uno strato sottile del guscio della capsula, per cui i batteri penetrano facilmente nelle cavità e rimangono lì. Con il flusso sanguigno, l'infezione si diffonde in diverse parti della gola, dove si verifica la suppurazione. Questo accade spesso durante la gravidanza, quando il lavoro del corpo cambia a causa di cambiamenti ormonali;
  • ferita - c'è un danno diretto agli spazi del tessuto situati vicino alla gola. Questo può accadere quando colpisci, cadi e inghiottite accidentalmente oggetti taglienti, come le ossa dei pesci. Un ascesso si sviluppa senza temperatura e infiammazione precedenti. I batteri suppurativi penetrano nel canale della ferita, dopo di che sopprime;
  • stomatologic - condizione insoddisfacente della cavità orale, dove ci sono denti cariati dalla carie, infiammazione delle gengive, malattia parodontale o periodontite;
  • immune - sullo sfondo delle basse proprietà protettive del corpo, anche una malattia non grave, come la SARS o un raffreddore, può provocare lo sviluppo di infiammazione nella cavità della gola;
  • Gli interventi diagnostici sono la ragione più rara quando, dopo poco tempo dopo la broncoscopia o la gastroscopia, si verifica la suppurazione.

sintomi

I sintomi della malattia si verificano quasi dalle prime ore dopo l'inizio del processo di sviluppo. Quando i sintomi della tonsillite regrediscono, e il paziente si sente molto meglio, improvvisamente c'è febbre, debolezza, forte dolore alla gola, impedendo l'assunzione di cibo e persino la deglutizione della saliva.

L'ascesso della gola è caratterizzato da alcuni sintomi che indicano l'aggiunta di un'infezione purulenta all'infiammazione delle tonsille.

  1. Irradiazione del dolore lungo i rami del plesso nervoso nell'orecchio e nella regione del processo alveolare.
  2. Contrazione spasmodica dei muscoli masticatori, a causa della quale il movimento della mascella e l'apertura della bocca sono difficili.
  3. Sensazione di corpo estraneo in gola.
  4. Spremere la gola non ti permette di ingoiare il cibo, e a volte porta ad abbondanti sbavature a causa dell'incapacità di ingoiare il liquido secreto.
  5. Aumento delle dimensioni e del dolore quando si toccano i linfonodi situati sul collo nella regione sottomandibolare.
  6. Mangiare cibi caldi aumenta il dolore e il cibo freddo ne riduce la gravità.
  7. Ipertermia.
  8. La comparsa di odore sgradevole di pus dalla bocca.
  9. La voce diventa colore nasale.
  10. C'è un deterioramento della salute, c'è una debolezza, letargia e insonnia.

Quando si verifica un'apertura spontanea di un ascesso, la condizione umana migliora per un po '- il dolore lancinante e la sensazione di distensione scompaiono.

Durante l'esame intraorale, iperemia e gonfiore significativo dell'area paratonsillare, viene determinata una tonsilla dilatata, a volte spostata lateralmente. Con grave gonfiore, la mobilità della lingua e archi palatina è compromessa.

diagnostica

La determinazione della fonte della malattia e la diagnosi vengono effettuate sulla base di ricerche cliniche e di laboratorio:

  • la storia sta prendendo - il dottore si chiede per quanto tempo si è verificato il deterioramento e il disagio nella gola, se un mal di gola o una lesione traumatica precedono la malattia;
  • ispezione - determinata esternamente dal cambiamento dei contorni del collo e dal colore della pelle;
  • faringoscopia - rivela asimmetria delle tonsille, il loro rossore, un aumento delle dimensioni, gonfiore dei tessuti molli della gola e la presenza di infiltrazioni purulente;
  • laringoscopia: l'esame della laringe è obbligatorio, poiché spesso l'ascesso colpisce questo organo;
  • ulteriori metodi - l'esame ecografico, RM, TC e radiografia viene effettuato nei casi in cui l'esame non consente di determinare con precisione la malattia e la sua localizzazione.

La diagnostica differenziale viene eseguita con scarlattina, difterite, flemmone, neoplasie e un ascesso della tonsilla linguale della radice della lingua.

Trattamento ascesso alla gola

Un prerequisito per una ripresa di successo è l'apertura di una focalizzazione purulenta. Quando si esegue un intervento chirurgico nei bambini, è necessario un trattamento ospedaliero per monitorare le condizioni del bambino.

Se l'ascesso è piccolo e c'è un buon accesso ad esso, non ci sono sintomi pronunciati di intossicazione del corpo in un adulto, la terapia ambulatoriale è possibile. Di solito, dopo l'operazione, è necessario sottoporsi a un corso di terapia con antibiotici.

Entro la fine del terzo o quarto giorno, l'ascesso "matura" e richiede il suo drenaggio, che viene eseguito secondo le regole generali dell'antisettico e della chirurgia.

  • anestesia - nella maggior parte dei casi, l'anestesia locale è sufficiente, tuttavia un'abbondante quantità di essudato non elimina completamente la sensibilità dovuta al verificarsi di un ambiente acido, che distrugge le molecole del farmaco. In questo caso viene eseguita l'iniezione preliminare di farmaci analgesici o viene eseguito il blocco delle tonsille;
  • trattamento antisettico: la superficie operata viene pulita con una soluzione disinfettante per ridurre la contaminazione microbica;
  • apertura - l'incisione viene eseguita lungo la parte più sporgente dell'ascesso con un bisturi sottile e appuntito, seguito dal movimento dei bordi della ferita per la completa rimozione dell'essudato purulento. Con abbondante sanguinamento, viene applicato un morsetto emostatico ai vasi;
  • drenaggio: l'installazione del drenaggio in gomma dei guanti impedisce l'incollamento del canale della ferita e la rimozione del pus.
  1. Penicilline - Amoxiclav, ampicillina.
  2. Macrolidi - Eritromicina, Claritromicina, Roxithromycin.
  3. Cefalosporine - Ceftriaxone.

Questi sono i gruppi antibiotici più efficaci che eliminano attivamente l'infezione batterica. L'uso di preparazioni di tetracicline e aminoglicosidi non è efficace nel caso di processi di ascesso della gola.

Il complesso di terapia conservativa include anche altri farmaci:

  • antistaminici - rimuovere il gonfiore dei tessuti molli (Sovrastin, Tavegil, Loratadin);
  • analgesico e antinfiammatorio - eliminare il dolore postoperatorio e combattere i sintomi dell'infiammazione (Nise, Ketorolac, Nurofen);
  • Immunostimolanti e complessi vitaminici - aumentano la resistenza del corpo (Imudon);
  • antisettici - gargarismi con soluzioni disinfettanti favoriscono un recupero veloce (clorexidina, Miramistina, esadecimale);
  • immunoglobulina antistaphylococcal - è prescritto quando il processo è causato da stafilococchi.

L'uso della medicina tradizionale non eliminerà l'ascesso della gola senza l'aiuto dei medici, ma il risciacquo a casa dopo l'intervento chirurgico aiuterà a liberarsi rapidamente dalla malattia e ad accelerare la guarigione delle ferite:

  • soluzione salina - un cucchiaio di sostanza mescolare in 100 ml di acqua calda bollita. Risciacquare la gola 3-4 volte al giorno;
  • decotto di camomilla - 10 grammi di raccolta a secco, vetro zaparate di acqua bollente e impostare per 40 minuti per insistere. Dopo aver teso l'infusione, segui il bagno per la bocca e la gola;
  • Succo di Kalanchoe: mescolare il liquido della pianta con acqua in rapporto 1: 1 e trattare l'area del problema secondo necessità;
  • infuso di salvia - un cucchiaio di materie prime poste in un thermos, versare acqua calda. Dopo l'infusione, utilizzare per il risciacquo fino a 5-6 volte al giorno.

Video: un ascesso nella gola e i metodi del suo trattamento nel programma "Per vivere in salute" con Elena Malysheva.

effetti

La posizione più sfavorevole è caratterizzata da un ascesso nella parte inferiore della gola, poiché lo sviluppo di infiltrati purulenti sotto le tonsille può portare a insufficienza respiratoria. Tale localizzazione si verifica raramente, in altri casi, con un trattamento tempestivo e adeguato, si verifica il recupero.

Le complicazioni si sviluppano quando il paziente non richiede aiuto o rifiuta i metodi terapeutici proposti. Cos'è un pericoloso ascesso alla gola? Quando non è stato eseguito un intervento chirurgico e il paziente non ha assunto farmaci antibatterici, esiste un'alta probabilità di diffusione del processo e di sviluppo della cellulite dello spazio faringeo, che peggiora significativamente le condizioni del paziente.

Il rifiuto di cure mediche o di una terapia eseguita in modo errato può portare a gravi conseguenze.

  1. Mediastinite.
  2. Sepsi.
  3. Emorragia di vasi cervicali.
  4. Trombosi della vena giugulare.
  5. Shock infettivo e tossico.
  6. Morte.

prevenzione

Al fine di prevenire il verificarsi di un ascesso, è necessario rispettare alcune regole:

  • con tonsillite, seguire rigorosamente le istruzioni del medico, assumere farmaci prescritti, fare gargarismi con soluzioni antisettiche;
  • mantenere l'immunità ad un livello elevato, per questo, mangiare cibi ricchi di vitamine e sostanze nutritive;
  • aderire ad uno stile di vita sano;
  • esercitare regolarmente;
  • monitorare la salute della cavità orale;
  • costante cura igienica del corpo;
  • nel caso di una lesione infettiva utilizzare agenti antibatterici.

Domande aggiuntive

► L'ascesso della gola è contagioso?

La malattia non può essere contagiosa in base all'eziologia e alla trasmissione della malattia. In patologia, si verifica un processo purulento-infiammatorio, che colpisce gli spazi di fibra situati nelle tonsille.

Un ascesso non viene trasmesso da persona a persona, poiché la fusione purulenta dei tessuti avviene come risposta del corpo alla diffusione di un'infezione batterica.

Ascesso paratazillare (tonsillite catarro)

Paratonsillary, o ascesso okolomindalny è un processo incendiario affilato con localizzazione nel tessuto okolomindalinovogo. Altri nomi - mal di gola catarro, paratonzillit. È principalmente il risultato della diffusione dell'infiammazione nel mal di gola o della tonsillite cronica.

Il processo potrebbe essere unilaterale o bilaterale.

Cause di tonsillite catarro

  1. L'infiammazione della cellulosa circolatoria è innescata da stafilococco, streptococco e alcune altre infezioni. Gli agenti patogeni penetrano sia dai follicoli suppurativi localizzati nei tessuti dell'amigdala stesso, sia dalle lacune che si trovano in profondità e raggiungono la capsula dell'amigdala. Molto spesso, i microbi patogeni penetrano nel tessuto circostante in modo tonsillogeno, vale a dire attraverso il polo superiore dell'amigdala. Ciò è dovuto al fatto che in questa parte vi sono lacune profonde arricciate, la fibra è caratterizzata da una maggiore scioltezza (rispetto ad altre aree), e lo spessore della capsula è insignificante.
  2. Un ascesso può anche svilupparsi a seguito della violazione dell'integrità della faringe a causa di lesioni.
  3. La pericoronite, che è un processo infiammatorio nei tessuti gengivali intorno ai denti della dentizione, così come una violazione dell'eruzione del dente del giudizio normale, può anche essere un fattore provocante.
  4. Un ruolo importante è giocato dall'indebolimento delle difese del corpo a causa di diversi motivi: lo stress; ipotermia; disordini metabolici; malattie passate; prendendo alcuni farmaci.

Tipi di malattia

A seconda della posizione, è consuetudine distinguere diversi tipi di paratonzillite:

  1. Il processo infiammatorio nella prima varietà è localizzato tra l'arco palatina e il polo superiore dell'amigdala. Questa forma della malattia è la più comune, a causa di una caratteristica della parte superiore dell'amigdala: il suo drenaggio insufficiente. Allo stesso tempo sporge il lato affetto del cielo edematoso. Cinque giorni dopo l'inizio della malattia, un centro di infiammazione appare sotto forma di eminenza giallastra sulla superficie dell'arco palatale-linguale. In questo luogo, un ascesso tende ad aprirsi.
  2. Nella forma posteriore, l'infiammazione è localizzata tra l'arco palatofaringeo e l'amigdala. Questa disposizione non porta a problemi quando si apre la bocca - questo momento è molto importante per la diagnosi. Con la localizzazione posteriore di un ascesso, il processo infiammatorio spesso va alla laringe, che porta ulteriormente a un restringimento significativo del suo lume e difficoltà di respirazione.
  3. La forma inferiore è caratterizzata dalla presenza di un processo infiammatorio al polo inferiore della tonsilla. Questa specie può svilupparsi a causa della dentatura impropria dei denti del giudizio, della carie e di alcune altre malattie dentali.
  4. In alcune classificazioni, si distingue anche un tipo esterno di ascesso paratonsillare, in cui l'infiammazione copre l'area verso l'esterno dalle tonsille. Questa forma è abbastanza rara.

Sintomi di ascesso peritonsillare

L'essenza di questa malattia sta nella suppurazione della fibra friabile e nello sviluppo di un ascesso vicino alla tonsilla. Il processo è sviluppato come segue:

Il mal di gola, accompagnato da tonsillite acuta, porta alla formazione di cicatrici sulle tonsille, impedendo il deflusso della secrezione purulenta e la penetrazione delle infezioni nella zona dell'amigdala e della dalin. La fibra sciolta comincia ad infiammarsi, i capillari sono riempiti di sangue e si espandono, c'è un significativo gonfiore della mucosa.

La paratonsillite con la stessa frequenza si verifica sia negli adulti che nei bambini (al contrario della tonsillite, che è più comune nell'infanzia).

Il quadro clinico appare 2-8 giorni prima dell'inizio della formazione di un ascesso. Le condizioni del paziente si deteriorano gradualmente:

  • i dolori unilaterali compaiono in gola;
  • il dolore aumenta durante la deglutizione;

Questi due segni sono i primi sintomi della malattia.

Man mano che l'ascesso si sviluppa, si uniscono altri sintomi:

  • dolore peritonsillare permanente;
  • malessere generale;
  • febbre;
  • mal di testa;
  • disturbo del sonno;
  • violazione della fonazione;
  • mal d'orecchi sul lato affetto;
  • linfonodi ingrossati;
  • gonfiore della lingua;
  • brividi;
  • aumento della temperatura corporea a 39-40 gradi;
  • presenza di alitosi;
  • trisma (spasmo tonico dei muscoli masticatori);
  • gonfiore e arrossamento del palato e della regione delle tonsille, portando gradualmente al fatto che l'edema inizia a chiudere l'amigdala e "sposta" la lingua nella direzione opposta.

Parlando di sindrome del dolore nell'ascesso peritonsillare, va notato che ha alcune differenze dal dolore nel mal di gola:

  • è più acuto;
  • osservato in uno stato calmo;
  • amplificato dal minimo movimento;
  • irradia fino ai denti o all'orecchio.

Di conseguenza, il paziente non può aprire la bocca, cercando di mantenere la testa ferma, leggermente inclinata verso il lato colpito. Mangiare è molto più difficile o impossibile.

Trattamento dell'ascesso peritonsillare

Il trattamento della peritonsillite viene effettuato con tre metodi principali.

  • conservatore;
  • un intervento chirurgico;
  • complesso.

Il trattamento conservativo è efficace durante la fase iniziale della malattia. È diviso in due tipi:

Nel processo di trattamento generale utilizzando i seguenti farmaci:

  1. Agenti antibatterici Nel corso della ricerca è stato rivelato che l'uso di antibiotici tetraciclinici e aminoglicosidici non è efficace nel trattamento dell'ascesso paratonsillare. È consigliabile assegnare amoxicillina non protetta o protetta - amoxicillina-clavulanato, che ha un ampio spettro di azione antibatterica su microrganismi gram-negativi e gram-positivi.
  2. I macrolidi vengono utilizzati in assenza di effetti a seguito di precedenti terapie.
  3. Agenti antibatterici alternativi sono cefalosporine di seconda o terza generazione.
  4. Il trattamento generale comprende anche le seguenti misure: terapia anestetica; terapia di iposensibilizzazione; assunzione di vitamine; uso di immunostimolanti.

La terapia locale consiste nelle seguenti procedure:

  • risciacquare la faringe utilizzando soluzioni antisettiche;
  • uso di farmaci antibatterici locali.

Il farmaco bioparox (fusafungin), che ha un ampio spettro di azione, è ampiamente usato. Blocca la riproduzione della microflora patogena sulla mucosa faringea proprio al centro dell'infezione. oh

Lo strumento ha un duplice effetto:

Quando la malattia passa al secondo stadio (cioè quando un ascesso si sta già formando), i metodi conservativi non sono sufficienti: è anche necessario usare metodi chirurgici di trattamento. Sono divisi in due gruppi:

I metodi palliativi includono:

  • puntura di ascesso paratonsillare seguita da aspirazione di infiltrato purulento;
  • aprendo un ascesso per incisione (incisione).

Va notato che l'autopsia non porta in tutti i casi allo svuotamento dell'ascesso e al recupero del paziente. A volte il buco può attaccarsi con essudato o fibrina purulenta, il che porta alla necessità di espandere la ferita. Il drenaggio della cavità può richiedere 2-5 giorni.

Un metodo di trattamento radicale è la tonsillectomia bilaterale. Rende possibile, insieme al drenaggio della cavità ascessuale, eliminare un focolaio infettivo localizzato nell'amigdala, che è la causa della formazione di un ascesso nel tessuto quasi-mandorlo.

Possibili complicazioni

In alcuni casi, possono verificarsi complicazioni. Nella maggior parte dei casi - principalmente con un'immunità indebolita - un ascesso porta allo sviluppo della cellulite dello spazio faringeo. La ragione è la penetrazione di batteri patogeni dal tessuto interessato nella parte perifaringea per mezzo del costrittore della faringe superiore.

Quando compare il flemmone, le condizioni del paziente iniziano a peggiorare:

  • la temperatura corporea sale bruscamente;
  • si verifica l'intossicazione generale del corpo;
  • è difficile per il paziente aprire la bocca;
  • si osserva una salivazione eccessiva;
  • c'è un odore putrido dalla bocca;
  • la deglutizione è quasi impossibile a causa di gonfiore e dolore;
  • anche la respirazione è difficile.

Phlegmon può trasformarsi in mediastinite purulenta o causare altre complicazioni:

  • sanguinamento da grandi vasi cervicali;
  • Ludwig mal di gola;
  • tromboflebite;
  • necrosi tessutale;
  • trombosi della vena giugulare (interna);
  • la comparsa di fenomeni settici;
  • shock tossico contagioso.

Misure preventive

1. La principale misura preventiva è il trattamento corretto della patologia sottostante.

2. La prevenzione individuale consiste in misure per rafforzare le difese del corpo e aumentare la resistenza contro le malattie infettive. Eccellente aiuto:

  • indurimento generale e locale;
  • procedure acqua e aria;
  • fare sport;
  • Irradiazione UV.

3. Igiene della bocca e del naso aiuta a eliminare i focolai di infezione.

È necessario un trattamento tempestivo di denti cariati, adenoidi, gengiviti croniche e altre condizioni patologiche che contribuiscono alla diffusione della microflora patogena, che viene attivata sullo sfondo di una serie di fattori avversi.

4. Le misure preventive comunitarie comprendono:

  • miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro;
  • osservanza delle norme igienico-sanitarie;
  • miglioramento ambientale.

Sintomi di un ascesso per angina e metodi del suo trattamento

Una delle complicazioni più spiacevoli della tonsillite acuta è un mal di gola con un ascesso. La formazione purulenta si verifica, di regola, dopo che è passata la fase acuta della malattia, ma può portare a complicazioni maggiori oa gravi conseguenze. Perché c'è un mal di gola con un ascesso e come rilevare i suoi primi segni?

Perché c'è una suppurazione nella gola dopo un mal di gola?

Giustamente parlando, un ascesso nella regione delle tonsille palatine si verifica a seguito del processo infiammatorio (paratonsillite) nella zona dorsale (nei tessuti attorno alle ghiandole).

La ragione della sua formazione è la presenza di diversi tipi di batteri patogeni in questa zona, tra i quali sono necessariamente streptococco o stafilococco. Il processo infiammatorio acuto che esiste nei tessuti attorno alle tonsille, entra nello stadio di suppurazione, con la partecipazione diretta di un certo tipo di batteri (anaerobico, aerobico) e porta alla formazione di un ascesso.

Spesso un ascesso si verifica dopo che la temperatura scende nell'angina acuta, ma spesso si forma anche nel periodo acuto della malattia.

La probabilità di suppurazione è molto alta con la tonsillite acuta non acuta.

Un ascesso nel mal di gola spesso si verifica a causa della presenza nel corpo del paziente di infezioni croniche: rinite, otite, sinusite.

La suppurazione può verificarsi non solo nell'area delle ghiandole (tonsille palatine), ma anche nell'area delle tonsille linguali, nasofaringee e tubulari.

Tuttavia, l'insorgenza di suppurazione nell'area delle tonsille è associata solo all'angina non trattata, è chiamata ascesso paratonsillare.

Altri ascessi tonsillari sono associati a malattie infettive e alla presenza di un'infezione cronica nell'area della gola. L'infiammazione della tonsilla linguale è meno comune, si trova alla base della faringe ed è ben protetta.

Segni di mal di gola ascesso

Di solito i segni di infiammazione delle tonsille e dei tessuti intorno a loro si trovano molto prima dell'ascesso formato. In questo periodo iniziale di ascesso peritonsillare, il trattamento terapeutico è possibile senza l'uso di metodi chirurgici.

Tra le manifestazioni più caratteristiche ci sono i seguenti sintomi:

  • dolore su un lato della gola;
  • dolore durante la deglutizione;
  • arrossamento della gola.

Si verificano pochi giorni prima della formazione di una capsula purulenta (da 2 a 8 giorni prima).

Altri sintomi appariranno gradualmente.

  1. Forte mal di testa
  2. Linfonodi cervicali ingranditi.
  3. È difficile per il paziente deglutire e fa male aprire la bocca (spasmo tonico dei muscoli masticatori).
  4. La lingua si gonfia, la lingua viene spostata verso la sana tonsilla.
  5. C'è un odore sgradevole dalla bocca (putrido).
  6. C'è una debolezza generale, sudorazione eccessiva, affaticamento.
  7. Spesso il dolore dà nell'orecchio.

Durante la formazione di un ascesso:

  • temperatura corporea molto alta (fino a 39-40 ° C);
  • si verificano allucinazioni.

In media, un ascesso si forma in 2-8 giorni dopo l'inizio del periodo acuto della peritonsillite.

Un mal di gola non trattato nel tempo, un ascesso ne provoca uno più esteso.

Cause di ascesso tonsillite

Tra le cause della malattia sarà la seguente.

  • Mal di gola non finito, le tonsille in questo periodo non sono state ancora rinforzate, hanno cicatrici, i tessuti intorno alle tonsille sono friabili e infiammati. Quando viene ingerito da batteri anaerobici o aerobici, inizia il processo di suppurazione.
  • Una tonsillite follicolare troppo frequente può anche causare un ascesso.
  • Ipotermia frequente e grave, che provoca una diminuzione dell'immunità. Sono particolarmente pericolosi durante la tonsillite acuta.
  • La presenza nella zona della faringe di altre infezioni croniche dell'orecchio, nasofaringe e denti, che durante il mal di gola possono causare suppurazione.
  • Cattiva igiene della cavità orale infiammata (risciacatura non frequente, mancanza di trattamento delle tonsille infiammate).

Tipi e forme di ascesso tonsillite


I medici distinguono tre tipi di ascessi.

  1. Retrofaringei. Il più delle volte si verifica dopo l'infezione nei bambini.
  2. Side. Sembra come risultato di infezioni o come risultato di un danno meccanico alle tonsille negli adulti. È considerato il più difficile, in quanto può diffondersi nell'area della faringe.
  3. Okolomindalikovy. È associato a malattie infettive, immunità indebolita a causa di malattia, comparsa di cicatrici durante il mal di gola, tessuto sciolto attorno alle tonsille (a causa dello stesso mal di gola) e presenza di batteri anaerobici o aerobi (streptococchi o stafilococchi). Questo tipo di ascesso si verifica a causa di un mal di gola, durante il quale altri batteri si sono uniti all'infezione principale.

Nel periodo acuto si verifica l'infiammazione, ma la capsula purulenta non si è ancora formata. Questo periodo è meno pericoloso per la salute e la vita del paziente, tuttavia richiede un trattamento ospedaliero. Per lui, il caratteristico dolore forte, che è meno intenso che con l'ascesso formato.

Con un ascesso, la suppurazione esiste già, il che renderà le condizioni del paziente pesanti e potrebbe causare sentimenti di incapacità di ingoiare cibo e acqua, a volte c'è difficoltà nella respirazione.

Indicatori della temperatura corporea salire ai massimi livelli, il paziente è privato della possibilità di aprire la bocca. Un ascesso richiede un intervento chirurgico urgente, poiché la malattia può rappresentare una minaccia per la salute del paziente.

Ascesso Okolomindikovy richiede sempre un trattamento in ospedale, anche se la sua autopsia è successo spontaneamente!

Metodi di trattamento dell'angina ascesso

La scelta di un programma per l'ascesso paratonsillare dipenderà dallo stadio di sviluppo della malattia. Tali metodi sono possibili: trattamento terapeutico, una combinazione di metodi terapeutici e intervento chirurgico e solo chirurgia.

Trattamenti terapeutici

Tra il trattamento farmacologico, che viene mostrato nel periodo iniziale e acuto, si distinguono le seguenti procedure.

  • La nomina di grandi dosi di farmaci antibatterici ad ampio spettro. Tra i ben collaudati ci sono gli amoxicilline, i macrolidi. Un'alternativa a loro sono le cigalosporine di seconda e terza generazione.
  • La nomina di antidolorifici.
  • Trattamento topico con antisettici, antibiotici locali e analgesici, ad esempio Bioparox.
  • In alcuni casi, sono prescritti corticosteroidi.

Con la chirurgia, sono possibili due opzioni.

  1. Questa è un'apertura di un ascesso per incisione. L'incisione è fatta nella bocca o sulla parte gonfia del collo o all'intersezione delle linee orizzontali e verticali. Una siringa di Hartmann viene inserita nell'incisione, l'incisione si espande con il suo aiuto e la rete di ascesso si rompe. Dalla capsula succhiò contenuti purulenti. In alcuni casi, l'apertura della capsula di ascesso porta all'adesione delle pareti ed è necessario ricorrere al drenaggio della ferita. Potrebbero essere necessari da 2 a 5 giorni. Insieme con la chirurgia, viene effettuato il trattamento farmacologico con antibiotici, antisettici e antidolorifici. Il più difficile è eseguire l'incisione con l'ascesso dopo un mal di gola tonsillare.
  2. La tonsillectomia (rimozione delle ghiandole) è un metodo radicale per il trattamento dell'ascesso paratonsillare. Molto spesso durante questa operazione, ricorrere alla tonsillectomia bilaterale (entrambe le ghiandole vengono rimosse). Erroneamente, alcuni credono che un mal di gola senza ghiandole non sia più possibile. Tuttavia, questo non è il caso. Nella gola ci sono altre tonsille più piccole, che possono anche diventare infiammate e causare tonsillite acuta. Se le tonsille non vengono completamente rimosse durante una tonsillectomia (rimane un piccolo numero di cellule), allora è possibile una reazione ricorrente.

Sollievo dal dolore nel trattamento palliativo

L'anestesia per incisione e tonsillectomia ha le sue caratteristiche. L'uso di anestesia locale, di regola, non dà i risultati desiderati.

Pertanto, il paziente deve decidere se sarà in grado di essere paziente o se è necessario eseguire l'operazione in anestesia generale.

Per i bambini, così come per i pazienti problematici difficili, questa procedura chirurgica deve essere eseguita in anestesia generale.

Possibile complicazione dell'angina ascesso

Tra le conseguenze degli ascessi peri-aluminosi sono le seguenti condizioni complesse.

  • Edema laringeo, pericoloso in quanto può causare il soffocamento del paziente.
  • Cellulite del pavimento della bocca, in cui il pus non ha confini chiari e il processo si estende all'intera cavità orale.
  • Mediastinite. Il processo infiammatorio nel mediastino, che può essere fatale.

È molto importante condurre un trattamento tempestivo degli ascessi della gola in ospedale. Questo determinerà la corretta tattica di trattamento e aiuterà a evitare le terribili complicazioni in modo corretto.

Ascesso con mal di gola

Un mal di gola con un ascesso è una complicazione che si verifica nel caso del trattamento sbagliato o tardivo della tonsillite acuta. Molto spesso, le persone della categoria di età da 15 a 30 anni sono soggette a tali conseguenze, a differenza delle persone delle altre fasce di età, che hanno molte meno probabilità di soffrire di gravi stadi della malattia. Il processo causa gonfiore e dolore nei tessuti interessati, e in uno stato trascurato può bloccare il sistema rinofaringeo e portare a complicazioni ancora più acute.

Cos'è un ascesso e come si sviluppa con l'angina

Un ascesso nel mal di gola inizia con l'infiammazione che colpisce il tessuto intorno alle tonsille del cielo e dei linfonodi, durante il quale si verifica la suppurazione. La sua formazione è dovuta alla presenza di numerosi agenti patogeni batterici costituiti da patogeni streptococcici, stafilococchi, fungini o anaerobici e di flemma aerobica, che possono portare allo sviluppo di microrganismi piogeni. Alla scadenza del periodo di incubazione, il processo catarrale sfocia in un purulento e inizia un esteso ascesso parantosilare. Inoltre, la malattia progredisce spesso a causa della presenza di sinusite cronica, rinite o otite nel corpo.

Le ulcere possono formarsi non solo attorno alle ghiandole, ma anche nella regione della lingua, delle tonsille tubulari o del sistema nasofaringeo.

Sono spesso causati da ipotermia pericolosa durante la malattia o ricorrenti recidive, quando il tessuto tonsillare è ancora debole e infiammato. In rari casi, la suppurazione può iniziare dopo malattie come influenza, scarlattina, ARVI, morbillo, periostite, lesioni al collo o infiammazione purulenta dei denti e ghiandole salivari.

La patologia sorge a causa delle caratteristiche strutturali delle tonsille, quando il sangue in eccesso entra nei capillari e inizia il gonfiore e le cripte delle ghiandole si riempiono di secrezioni purulente, il più delle volte nella parte superiore del cielo. Ci sono diverse varietà, ognuna delle quali ha un carattere individuale di sviluppo.

  1. Inferiore - colpisce la fibra, situata tra le tonsille della lingua e il cielo, per il terzo inferiore dell'arco palatina. Con la causa odontogenica dello sviluppo, rimane un raro tipo di ascesso.
  2. Quello posteriore è complicato da edema del sistema faringeo e disturbi respiratori, si manifesta direttamente in pazienti di età diverse in un rapporto di 1:10.
  3. Supratonsillar - il pus si diffonde alle tonsille e alle fibre circostanti, si accumula a causa di scarso deflusso ed è il tipo più comune di suppurazione.
  4. Laterale - questa è la forma più grave della malattia, a causa della probabilità di diffusione della microflora nella regione faringea. Formata dopo un danno meccanico o come conseguenza di un'infezione.
  5. Okolomindalny - una complicazione a causa di angina con la partecipazione di vari microrganismi batterici, molto ha aggravato la patologia a causa di immunità ridotta e le cicatrici risultanti sulla superficie delle ghiandole.
  6. Esterno - La patologia colpisce la superficie delle tonsille e nella pratica medica è molto rara.

Coloro che soffrono di malattie come l'immunodeficienza, l'anemia, il diabete mellito o le persone con una predisposizione all'oncologia sono tra i principali gruppi a rischio per lo sviluppo di gravi condizioni patologiche di tonsillite. Non ci sono ragioni anatomiche per lo sviluppo di un ascesso, quindi il terapeuta si concentra sempre sui sintomi di accompagnamento durante il trattamento.

Cosa può causare un ascesso

Per trattare un ascesso che si verifica a causa della suppurazione, è necessario fare affidamento sui singoli sintomi. La patologia può avere diverse cause alla radice: un'infezione, una complicazione dopo trattamento scorretto o assente delle infiammazioni e si sviluppa in base a molti fattori esterni e interni, non seguendo le regole più basilari dell'igiene personale e della casa. In questo caso, il trattamento sarà radicalmente diverso dalle misure standard per prevenire la diffusione di infezioni e la patologia che è passata nella tonsillite cronica e acuta sarà sottoposta alle tecniche mediche più efficaci e cardinali.

Sintomi di ascesso peritonsillare

Nella fase iniziale della formazione di ascessi, quando l'intervento chirurgico non è ancora richiesto, è possibile prevenire lo sviluppo di complicazioni con il trattamento terapeutico in condizioni stazionarie, basandosi su quattro sintomi principali: arrossamento delle ghiandole, dolore durante la deglutizione su un lato della gola e apertura della bocca. Nel tempo, tutti gli altri segni si mostreranno:

  • dolore che si irradia all'orecchio e ai denti;
  • aumento della debolezza;
  • affaticamento e sudorazione;
  • odore di marciume dalla bocca;
  • lingua gonfia;
  • spasmi dei muscoli masticatori;
  • gonfiore dei linfonodi;
  • nausea;
  • disturbi digestivi;
  • forte mal di testa.

Allucinazioni, stato del delirio e temperatura superiore a 39 ° C testimoniano il rapido sviluppo della patologia entro 2-3 giorni.

Cosa fare e come trattare

Ai primi segni e sintomi di un ascesso parantosillare, è importante ricordare che il trattamento domiciliare non è possibile, pertanto il paziente deve essere immediatamente ricoverato in ospedale. Per il trattamento, i farmaci standard usati per trattare l'angina o altre malattie, durante le quali potrebbero comparire complicazioni simili, non funzioneranno. In combinazione con il trattamento prescritto dai medici, si usa la medicina tradizionale, ma non si dovrebbe essere portati via con loro al fine di evitare le esacerbazioni.

In pratica, i gargarismi vengono spesso usati con l'aiuto di Rotokan, tè di salvia, infusione di furacilina, decotto di camomilla o soluzione di soda. Con misure di trattamento tempestive, le possibilità di una ripresa di successo aumentano significativamente. Esistono tre metodi di procedure, a seconda dei sintomi e della natura della malattia:

  1. La terapia conservativa è un'efficace procedura fisioterapica in una fase precoce del processo infiammatorio utilizzando farmaci locali e generali.
  2. La terapia combinata è il metodo più popolare, grazie alla sua elevata efficacia terapeutica di vari tipi di procedure articolari.
  3. L'intervento chirurgico è un effetto fisico sui tessuti danneggiati della faringe, per una radicale e rapida eliminazione di una malattia che è passata in una fase difficile.

Procedure di base utilizzate negli stadi iniziali dell'infiammazione: questa è la prescrizione di antidolorifici, come Novocain e Dikain, tranne per l'uso di antisettici, analgesici e somministrazione intramuscolare di antibiotici, tra cui i macrolidi, le cefalosporine e l'amoxicillina sono i più popolari. Ad esempio, Pennicillina e Cefazolin.

Con frequenti malattie della tonsillite, le azioni più razionali sono la rimozione delle tonsille su entrambi i lati al fine di prevenire la possibilità di una ricaduta in futuro. Dopo l'intervento chirurgico, la fase del trattamento conservativo inizia con l'assunzione di sostanze medicinali e il trattamento dell'area operata. Consiste delle seguenti procedure:

  1. Ricevimento di preparati antinfiammatori e antistaminici, analgesici, paracetamolo, intraconazolo.
  2. Bocca risciacqui con agenti antisettici, ad esempio: Miramistimine, Furacilin.
  3. Disintossicazione endovenosa con hemodez e farmaci simili.
  4. Antibiotici: Amoxicillina, Penicillina, Amikacina, Gentamicina, Ceftriaxone, Cefuraxim e Cefazolina.
  5. Riposo a letto, molto liquido all'interno, cibo morbido. Prima dell'intervento, è possibile l'alimentazione per via endovenosa con soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% e glucosio al 5%.

Non si assumono farmaci orali per evitare di aggravare le condizioni del paziente. Sono prescritti per via rettale, endovenosa, intramuscolare o parenterale.

Metodi chirurgici

Dopo la diagnosi e l'anamnesi da un otorinolaringoiatra, il paziente viene inviato all'unità di degenza, dove subirà un trattamento diretto fino al recupero o ad un miglioramento visibile della sua condizione. Quando viene rilevato un ascesso parantosilare, l'area infiammatoria esposta viene prodotta immediatamente.

Prima dell'operazione, il paziente è in anestesia con Lidocaina, Novocaina o Dicaina. Quando iniziano ad agire, viene praticata un'incisione nell'area danneggiata, la cavità in cui avviene la suppurazione viene espansa artificialmente e pulita con una pinza faringea. Dopo tutte le manipolazioni, l'incisione viene trattata con antisettici e viene inserito il drenaggio di gomma per migliorare il deflusso dell'essudato. Nel caso di malattie infrequenti della tonsillite, le tonsille non vengono rimosse immediatamente dopo l'intervento chirurgico, ma solo dopo 1 - 1,5 mesi per evitare nuove infiammazioni.

Complicazioni e conseguenze

A causa dello sviluppo di flemmone nella mediastinite, la suppurazione del mediastino delle grandi arterie e del sistema cardiovascolare inizia quando il pus entra nei livelli più profondi dei tessuti faringei. Le conseguenze della malattia sono piene delle seguenti complicazioni:

  1. Intossicazione intensa del sangue (processi settici).
  2. Stenosi della laringe con soffocamento (restringimento del passaggio).
  3. Tromboflebite.
  4. Necrosi tessutale generale
  5. Sanguinamento di vasi cervicali.
  6. Alto rischio di morte.

Tutte queste conseguenze richiedono l'intervento immediato di specialisti con ospedalizzazione concomitante del paziente, monitoraggio costante della sua condizione e intervento chirurgico immediato.

prevenzione

È impossibile prevenire la malattia senza un trattamento tempestivo per il terapeuta e la correttezza del trattamento prescritto da lui in caso di diagnosi precoce. Per evitare conseguenze così gravi e gravi, che possono trasformarsi in uno stadio di sviluppo cronico, è sufficiente osservare alcune delle azioni prescritte dalla medicina generale.

  1. Stile di vita sano, sport e frequenti passeggiate all'aria aperta.
  2. Trattamento di infezioni dentali, carie.
  3. Usa unguenti antibatterici, gel, saponi e shampoo.
  4. Trattare correttamente faringite, tonsillite e altre varie malattie di natura infiammatoria.
  5. Rafforzare il sistema immunitario con procedure idriche sistematiche e indurimento.
  6. Osservare l'igiene personale della cavità orale e del naso.

Il periodo autunno-inverno è la stagione più frequente dell'anno in cui le malattie si esacerbano facilmente. Ma in offseason, l'ipotermia dovrebbe anche essere evitata in modo da non provocare un ascesso parantosillare e non reintegrare l'11,5% di chi ne soffre ogni anno. Inoltre, in nessun caso non può auto-medicare. Un trattamento adeguato può prescrivere solo un medico.

Come trattare l'ascesso paratonsillare

Le malattie infettive lente delle alte vie respiratorie con cure mediche inadeguate o la loro completa assenza creano i presupposti per la malattia cronica e lo sviluppo di complicanze - ascessi di diversa localizzazione, febbre reumatica, sepsi, mediastinite, meningite.

Nella fascia di età dai 15 ai 30 anni, l'ascesso paratonsillare sarà una complicanza progressiva. I cambiamenti purulento-distruttivi si manifestano con un acuto dolore alla gola, un tarsismo dei muscoli masticatori, un'ipersalivazione, intossicazione generale. Il trattamento è complesso con la nomina di antibiotici sistemici e locali, farmaci patogenetici e sintomatici.

Eziologia e forme di classificazione

L'ascesso paratazillare (paratonsillite, angina flemmone) descrive un processo infiammatorio purulento del tessuto alimentare con la formazione di un centro limitato di disintegrazione. La malattia può essere causata da un'aggressione parassitaria microbica con il predominio di un'infezione batterica (streptococco, stafilococco, Escherichia coli), flora micotica (funghi del genere Candida). Meno comunemente, l'infezione si verifica in modo otogena (attraverso l'orecchio interno) ed ematogena (vascolare).

I fattori predisponenti includono:

  • complicazioni di tonsillite acuta o esacerbazione della forma cronica;
  • malattie del cavo orale: denti cariati, periostite, gengivite;
  • danni meccanici e termici all'orofaringe.

Il rischio di sviluppare peritonsillite aumenta la riduzione della protezione immunologica locale, l'ipotermia, l'anomalia degli accumuli linfoidi del tessuto, il fumo, l'oncologia, il diabete mellito, l'anemia.

A seconda dei cambiamenti morfologici, della gravità dei sintomi di una condizione patologica, vengono definite tre forme di tonsillite flemmatica, che sono fasi consecutive:

  1. Gonfiore. È caratterizzato da un leggero cambiamento nelle condizioni generali e nell'immagine faringoscopica: lieve dolore faringeo, iperemia, edema mucoso.
  2. Infiltrativa. In questa fase, la malattia è identificata in più del 20% dei pazienti. Tipici saranno i fenomeni catarrali (dolore e mal di gola, arrossamento e gonfiore) con sindrome da intossicazione generale (emicrania, febbre, debolezza, malessere).
  3. Ascesso. C'è una chiara deformazione della faringe con la definizione della zona di fluttuazione. Il decorso clinico è pronunciato. Il completamento sarà il drenaggio o l'apertura spontanea del fuoco suppurativo.

Per riferimento! Una caratteristica della paratonzillite è la presenza di una membrana piogenica. Questo è uno strato di tessuto di granulazione che riveste la cavità purulenta dall'interno e limita il processo di necrosi e infiltrazione dei leucociti della parete vascolare. La sua formazione complica l'assorbimento di antibiotici sistemici nella zona patologica.

L'esito di un ascesso dopo un mal di gola è determinato da una serie di fattori, e soprattutto dallo stadio della malattia e dalla localizzazione. Nel 70% dei casi clinici, il sito di infiammazione sarà l'area tra il polo superiore dell'amigdala e l'arco palatina (forma supratonsillare). Meno comunemente, le lesioni purulente-distruttive sono concentrate nella proiezione del polo inferiore dell'amigdala (ascesso inferiore), tra l'arco faringeo palatino e l'amigdala (posteriore), nello spazio zamdalikovom (esterno).

In relazione al lato localizzato, l'ascesso paratonsillare destro e sinistro è isolato. Non esiste una chiara separazione tra le forme clinico-morfologiche, poiché lo sviluppo della malattia può coinvolgere il lato opposto nel processo infiammatorio. La frequenza di occorrenza di ascesso paratonsilico destro e ascesso sinistro è identica.

Quadro clinico

Un ascesso nell'angina inizia con un mal di gola dalla localizzazione di focolai purulenti. Durante la masticazione e l'ingestione di cibo, si verifica un forte dolore, a causa del quale il paziente rifiuta di mangiare, anche una consistenza liquida. Il dolore aumenta durante la deglutizione, irradiandosi alla proiezione dell'orecchio, alla mascella inferiore.

I seguenti sintomi sono tipici per mal di gola flemma:

  • febbre febbrile;
  • sensazione di un nodo alla gola, di un oggetto estraneo;
  • alito putrido;
  • voce nasale, rauca;
  • aumentato sbavando;
  • respirazione stenotica;
  • mialgia;
  • debolezza, malessere;
  • dolore nello spazio retrosternale.

Quando la faringoscopia visualizzava palato edematoso ed iperemico. Nel luogo di formazione di un ascesso è determinata l'infiltrazione, focalizzata nella direzione dell'orofaringe, a livello del tessuto arrossato. Al momento della maturazione (4-5 giorni), la membrana piogenica diventa più sottile, l'essudato è visto attraverso di esso come una macchia bianco-gialla.

Il paziente dà una posizione forzata alla testa con un'inclinazione in avanti nella direzione dell'ascesso. La forma moderata e ascendente procede con dolorabilità dei linfonodi regionali cervicali, dei muscoli del collo.

Il decorso del mal di gola flemma è soggetto a una risoluzione favorevole: il pieno recupero. Complicazioni di ascesso paratonsillare sono associate allo scioglimento dei tessuti dell'anello faringeo, alla scoperta dell'essudato purulento nella cavità orale e al parenchima tonsillare, allo spazio parafaringeo, alla sepsi comune.

Per riferimento! Quando il drenaggio o lo svuotamento spontaneo del focus di infiammazione purulenta, le condizioni del paziente si stabilizza rapidamente, i sintomi locali si normalizzano.

A conseguenze molto pericolose sono il flemmone del collo, la tromboflebite del seno cavernoso, il sanguinamento artrosico, la stenosi laringea, l'encefalite.

Caratteristiche del trattamento

La diagnostica della paratonsillite si basa sul quadro clinico, sull'anamnesi, sui risultati dei metodi diagnostici informativi: faringoscopia, ecografia, tomografia computerizzata, conta ematica, urina.

Il trattamento della tonsillite flemmonica dovrebbe essere complesso in ospedale o in ambiente ambulatoriale. Nella fase di infiltrazione, il compito terapeutico si riduce alla soppressione dell'attività infiammatoria e quando si forma un ascesso, il drenaggio e l'igiene di una cavità purulenta.

Apertura di ascessi

Le indicazioni per l'intervento chirurgico è la formazione di un ascesso. L'apertura dell'ascesso è indicata come metodi di trattamento palliativo, poiché l'effetto sul fattore patogenetico non viene eseguito. Un risultato positivo del drenaggio sarà il sollievo dal dolore, la normalizzazione delle condizioni generali del paziente, il ripristino delle funzioni dei muscoli masticatori.

Drenaggio della tecnica del pus con un ago:

  1. Nella zona infiltrata, l'anestesia dell'applicazione viene eseguita con una soluzione di cocaina, novocaina e ultracaina.
  2. Una volta raggiunto l'effetto anestetico, pinze nasali o pinze faringee vengono introdotte nel foro dell'endale ad una profondità di 1-1,5 cm.
  3. I rami sono allevati ai lati, con movimenti su e giù separano il manico dalle tonsille, che crea le condizioni per il libero flusso di masse purulente.
  4. Al momento dello svuotamento della lesione, la testa del paziente viene inclinata verso il basso per impedire all'essudato di entrare nel tratto respiratorio.
  5. Il giorno dopo, le manipolazioni vengono ripetute senza anestesia preventiva.

Dopo l'apertura del paziente vengono prescritti antibiotici, gargarismi con antisettici, fitootvarami (camomilla, calendula, cacciatore, salvia). Quando si sceglie antibiotici sono guidati dalla sensibilità della microflora. La prima linea di difesa sarà la serie di penicilline:

  • "Penicillina";
  • "Amoxicillina";
  • "Oxacillin";
  • "Ampicillina";
  • "Fenossimetilpenicillina".

Per riferimento! Con comprovata intolleranza, l'opzione di sostituire gli antibiotici beta-lattamici sarà macrolidi (eritromicina, claritromicina, azitromicina, Sumamed), cefalosporine (Ceftriaxone, Cefuroxime).

In chirurgica paratonzillita trattamento al posto di grandi mucosa protrusione bisturi mettere al fondo della volta palatina 2-2.5 cm. Funzionamento estremamente doloroso, ma subito dopo cavità drenaggio paziente sperimenta una forte rilievo.

Lo svantaggio di aprire un ascesso sarà un'alta probabilità di incollare i bordi della ferita con un nuovo accumulo di pus, che richiede un intervento ripetuto. Con un prolungato decorso di paratonzillite, ripetuti ascessi, la minaccia di setticemia, sanguinamento dallo spazio dorsale circostante, viene mostrata un'operazione di ascesso-tonsillectomia (rimozione delle tonsille).

Trattamento farmacologico

Tutti i pazienti sono prescritti antibiotici. Per una scelta razionale del farmaco, l'esame batteriologico viene eseguito con un antibiotico. Aminopenicilline, cefalosporine di 2-3 generazioni, i lincosamidi sono ampiamente usati. L'effetto terapeutico si sviluppa di giorno 10, nel caso di antibiotici prolungati, la durata del corso è ridotta.

In casi tipici, viene mostrato l'uso di farmaci del gruppo di analgesici non narcotici, farmaci antinfiammatori non steroidei. Influenzano i segni oggettivi dell'infiammazione: rallentano l'essudazione, inibiscono il rilascio di mediatori e allergie infiammatorie, coordinano il lavoro del centro di termoregolazione.

L'effetto sul centro del dolore, l'attività dei rappresentanti patogeni della microbiocenosi hanno antisettici. Possono essere utilizzati sotto forma di spray (Oralcept, Lugol, Yoks), forme subvenzionali (Faringosept, Ajisept, Septolete, Neo Angin, Lizobact, Teraflu Lar). L'effetto analgesico debole è dovuto al mentolo, più pronunciato: lidocaina, tetracaina.

Effettuare il risciacquo del cavo orale con disinfettanti ("Miramistinom", "Chlorofilliptom", "Clorexidina"). A casa, per l'irrigazione utilizzare soluzioni alcaline o saline, decotti di erbe medicinali (camomilla, erba di San Giovanni, farfara, achillea, caragano, calendula).

Per riferimento! Al fine di aumentare la resistenza del corpo, la protezione immunologica locale viene prescritta immunomodulatori, complessi multivitaminici, antiossidanti di origine vegetale.

I criteri per il recupero da un ascesso angina completeranno immagine ripresa faringoskopicheskoy (ridurre l'edema e l'infiltrazione dei tessuti, l'asimmetria del palato molle, dolore faringeo, Lockjaw muscoli masticatori), la normalizzazione della temperatura, nessun cambiamento negli altri organi.

conclusione

Le infiammazioni purulente distruttive possono essere risolte con un esito letale, quindi il compito principale del paziente a rischio è quello di cercare aiuto medico in modo tempestivo. Una corretta identificazione dei sintomi e il trattamento dell'ascesso paratonsillare saranno la chiave per una regressione attiva senza il rischio di complicanze precoci e tardive.

  • Condividi Con I Tuoi Amici

Altri Articoli Sul Trattamento Del Naso

L'uso e l'efficacia di Lugol in angina

L'uso di Lugol nel mal di gola è un antico metodo ben noto locale per il trattamento di questa malattia. Il farmaco può essere utilizzato sia per adulti e bambini.

Dalla serie "Cattivi consigli": come rendere la gola rossa

A nessuno piace essere ammalato, ovviamente, ma ci sono situazioni in cui è solo necessario simulare una malattia che ha portato a uno stato così deplorevole che semplicemente non è possibile andare al lavoro oa scuola / istituto.