Loading

Trattamento della tonsillite cronica con antibiotici

La tonsillite cronica è una delle patologie più comuni degli organi ENT. Questa malattia è comune tra i bambini e gli adulti che vivono in una grande varietà di climi. Durante la tonsillite cronica ci sono periodi di remissione ed esacerbazioni. Sia in quelli che negli altri nelle tonsille ci sono agenti infettivi. Il più delle volte si tratta di streptococco o di Staphylococcus aureus. Loro sopravvivenza a lungo termine contribuisce ad una struttura speciale delle tonsille e loro cripte e lacune, difficile per le stesse risciacqui igieniche, che potrebbe lavare l'infezione situato sulla superficie.

Brevemente su sintomi e manifestazioni

Non ci sono praticamente manifestazioni vividi della malattia durante la remissione. Degno di nota è solo la dimensione maggiore delle tonsille causa di iperplasia (crescita eccessiva) tessuto limofidnoy, che sta cercando di mantenere un batterio e non permettere loro di penetrare in altri organi e tessuti.

Durante un'esacerbazione, i microbi emergono dall'ombra, moltiplicandosi vigorosamente, catturando nuovi spazi e causando tutti i segni di infiammazione: gonfiore, arrossamento, dolore e calore.

Il quadro clinico in questo momento ricorda molto una tonsillite purulenta acuta. Le tonsille non sono solo ingrandite, ma gonfie e coperte da incursioni purulente, che spesso si trovano nella zona delle lacune. Il rossore occupa la regione delle tonsille, palato molle e archi.

L'intossicazione (dolore nei muscoli, articolazioni, testa) appare. La temperatura corporea aumenta. Aumentare e diventare linfonodi dolorosi sotto la mascella e del collo, come infezioni, rompendo la barriera anello di tonsille, incontra sulla via delle prossima barriera linfonodi regionali.

Se anche questa barriera viene interrotta, i microbi entreranno in altri organi e organi: reni, articolazioni, cuore. e può anche sviluppare avvelenamento del sangue (sepsi), se il sistema immunitario è indebolito o esaurita (AIDS, il cancro, la fame di proteine, cronica precedente o infezioni acute).

Criteri per la selezione dei farmaci

L'agente per sopprimere l'infezione dovrebbe facilmente penetrare tessuti molli, si accumulano ci doveva uccidere i germi o arrestare la loro crescita e la concentrazione per mantenere questa concentrazione il tempo sufficiente per il farmaco potrebbe richiedere un ragionevole lasso di tempo al giorno. Oggi, dei mezzi conosciuti che soddisfano queste condizioni, possiamo parlare solo di antibiotici.

Domanda di convenienza

Nella maggior parte dei casi, la tonsillite cronica non richiede antimicrobici. Inoltre, l'antibiotico, in assenza di esacerbazioni, danneggia il corpo promuovendo la dipendenza dal farmaco!

Tuttavia, questo problema deve essere risolto individualmente con il medico curante, che deve determinare il beneficio o il danno dal medicinale in un caso particolare.

Quando iniziare il trattamento antibiotico

Idealmente, l'infezione dovrebbe essere trattata nel momento in cui causava solo infiammazione e il corpo stesso non può farcela. Cioè, il trattamento dovrebbe essere effettuato nel periodo di esacerbazione della tonsillite cronica. La terapia antibatterica durante la remissione non è giustificata, poiché non raggiunge i suoi scopi e obiettivi (la completa eradicazione dell'infezione nella fase del suo stato dormiente).

Perché non può distruggere l'infezione una volta per tutte

  • I microbi vivono dappertutto. Entrano costantemente nel corpo dall'esterno. La causa della tonsillite cronica non è tanto il contatto con l'infezione quanto l'insufficienza della risposta immunitaria della persona. Pertanto, è più opportuno rafforzare il sistema immunitario in remissione, spingendo il corpo a combattere indipendentemente i batteri.
  • I microbi, affrontati con antibiotici per diversi decenni, hanno acquisito la capacità di difendersi contro di loro, producendo enzimi che distruggono il farmaco. Pertanto, ogni nuovo contatto con l'antibiotico potrebbe portare al fatto che questo gruppo di batteri sopravviverà e ottenere non solo insensibile al farmaco, ma non cross-reagire e successivamente medicinali simile struttura chimica.
  • Inoltre v'è antibiotici, che sono posizionati come battericida (uccide i germi), ma in pratica solo inibire la crescita di microrganismi, riducendo la loro popolazione, ma non eliminando completamente in un dato paziente.
  • Lo stafilococco aureo vive in colonie, che nelle cavità formano film multistrato vicini alla parete. Quando lo strato superiore muore sotto l'influenza della medicina, gli strati sottostanti della colonia continuano a vivere in modo eccellente.
  • Il trattamento inizia spesso con un antibiotico ad ampio spettro, senza una precedente semina sulla sensibilità del microbo al farmaco. Il risultato nella maggior parte dei casi è il fallimento e un ciclo di terapia ripetuto.
  • Spesso i test di laboratorio (colture di tonsille rimovibili) sulla sensibilità del microbo agli antibiotici mostrano che i batteri muoiono sotto l'azione di un gruppo di farmaci. Tuttavia, in pratica, la nomina di questo antibiotico non porta alla completa distruzione del microbo, che si adatta.

Quale farmaco scegliere

  • I farmaci di prima linea sono penicilline. Essi non solo trattano esacerbazione di tonsillite cronica, ma le malattie profilaktiruet come la febbre reumatica e la glomerulonefrite causate da streptococchi emolitica. Se le penicilline naturali stanno scomparendo a causa di un regime di dosaggio scomodo, i farmaci semi-compressa (amoxicillina, flemoksin, oxacillina, ampicillina, ticarcillina, carbenicillina), conservano le loro posizioni. Tuttavia, il leader riconosciuto oggi considerato ingibitorozaschischennye resistente agli enzimi microbici mediante l'aggiunta di acido clavulanico penicillina (amoxicillina klavulonat: flemoklav, panklav, amoxiclav, augmentin; sulbactam ampicillina: ampiksid, SULTAMICILLIN, unazin,) e preparazioni combinate (ampioks).
  • farmaci di seconda linea oggi sono i macrolidi (claritromicina, iosamicina), il più popolare dei quali azitromicina (azitral, Sumamed, Hemomitsin). Questo include cefalosporine secondo (tsefurokvsim), terzo (ceftriaxone, ceftazidima, ceftibuten, cefixime, tsefazidim) e quarta generazione (Cefepime).
  • Nei casi in cui si tratta di Staphylococcus aureus, id vengono utilizzati aminoglicosidi, preferibilmente terza generazione, con meno effetti collaterali nei reni (amikacina) o fluorochinoloni; ofloxacina (zanotsin, glaufos, kiroll), norfloxacina (kvinoloks, lokson, negafloks,), lomefloxacina (ksenakvin, lomatsin) lefloksatsin, ciprofloxacina (ifitsipro, kvintor), moxifloxacina, sparfloxacina (Sparflo), levofloxacina, gatifloxacina.

Fluoroquinolone popolare - Levofloxacina

C'è un'alternativa?

C'è un modo per evitare l'uso regolare di antibiotici e sarà ugualmente efficace nelle esacerbazioni della tonsillite cronica? Una variante di tale trattamento è il lavaggio delle tonsille con soluzioni antisettiche o soluzioni di batteriofagi a cui gli agenti patogeni sono sensibili. Tali farmaci come la tonsilla, bioparox, sono più probabilmente mezzi ausiliari che non risolvono il problema di esacerbazione dell'infezione cardinale. In caso di frequenti ripetizioni di esacerbazioni, come opzione, può essere presa in considerazione l'escissione laser delle tonsille.

Popolare su antibiotici dal Dr. Komarovsky (video):

Se viene diagnosticata una tonsillite cronica, il medico deve prescrivere e trattare con antibiotici. I farmaci non controllati o la loro sostituzione arbitraria con metodi di trattamento alternativi sono inaccettabili per evitare gravi conseguenze: perdita di capacità lavorativa e riduzione della qualità della vita, compresa la disabilità.

Come prendere Amoxiclav con tonsillite?

La tonsillite è la malattia ENT più comune, che è un'infiammazione delle tonsille. Diventa spesso cronico con periodi di remissione e riacutizzazioni. Quando si verifica un processo infiammatorio, non puoi fare a meno dell'aiuto di antibiotici. L'amoxiclav con tonsillite è prescritto più spesso di altri farmaci, poiché contiene due principi attivi, amoxicillina e acido clavulanico, che gli conferiscono un grande vantaggio rispetto ad altri farmaci del gruppo antibatterico.

Il principio di azione di Amoxiclav

Durante la malattia, specialmente nella tonsillite cronica, i microrganismi infettivi dei gruppi stafilococchi e streptococchi sono presenti nelle tonsille. Si adattano facilmente e sopravvivono in qualsiasi condizione a causa della struttura specifica delle tonsille e della loro superficie sciolta. Pertanto, è impossibile sciacquare completamente o pulire i batteri in qualsiasi altro modo.

L'amoxicillina, che fa parte di Amoxiclav, ha lo scopo di distruggere i batteri streptococco che causano tonsillite o tonsillite purulenta nella maggior parte dei casi. Se l'infiammazione è causata da stafilococchi resistenti a questa sostanza, allora l'acido clavulanico viene in aiuto all'amoxicillina. Inibisce l'attività dei batteri e distrugge la loro protezione, che consente al principale principio attivo di neutralizzare la fonte della malattia.

Caratteristiche dell'uso di Amoxiclav con tonsillite

Amoksiklav ha le seguenti forme di rilascio: compresse, composizione in polvere per sospensioni, soluzione per iniezione. Quando si trattano organi ENT, il farmaco viene più spesso prescritto sotto forma di pillole. Il dosaggio di Amoxiclav in tonsillite è determinato esclusivamente dal medico, in base alle condizioni del paziente, anamnesi, massa corporea ed età.

Adulti e bambini di peso superiore a 40 kg, impostare una dose da 750 a 1000 mg di amoxicillina al giorno. L'uso di antibiotici è suddiviso in 2-3 dosi, ovvero lo schema è il seguente: 1 pillola, 250 mg di sostanza, 3 volte al giorno ogni 8 ore o 1 pillola, 500 mg, 2 volte al giorno, con una pausa di 12 ore. Prendi Amoxiclav necessario iniziare a mangiare, bere molta acqua, non masticare la pillola.

Per bambini sotto i 12 anni Amoxiclav è prescritto sotto forma di sospensioni. Per un bambino, il dosaggio è calcolato rigorosamente secondo le istruzioni per la preparazione di Amoxiclav, in base al peso: per 1 kg di peso di 45 mg di amoxicillina. Il trattamento dei bambini con questo rimedio è consentito a partire dai 3 mesi di età, ma solo se necessario e sotto stretto controllo medico.

L'intero corso del trattamento dell'angina richiede almeno 7 giorni, massimo - 10-14. Un medico può anche prescrivere un farmaco più lungo. Per i pazienti con altre malattie croniche, è necessario un aggiustamento del regime e del dosaggio.

Effetti collaterali

Il trattamento della tonsillite con Amoxiclav può portare ad effetti collaterali. Spesso sono causati dall'azione dell'acido clavulanico, che fa parte del farmaco. I principali sono:

  • violazione del sistema digestivo - crampi, dolore, nausea, vomito, diarrea, gonfiore;
  • allergia - gonfiore, eruzione cutanea, dermatite;
  • mancanza di sonno, mal di testa, debolezza, ansia;
  • anemia, basso numero di piastrine nel sangue;
  • interruzione del sistema urinario del fegato;
  • candidosi.

È vietato assumere Amoxiclav in modo indipendente, poiché la causa della malattia può essere patogeni fungini e virali non curati con farmaci antibatterici. L'uso di antibiotici in tali casi porta a un deterioramento delle condizioni del paziente e dei danni alla salute.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Amoxiclav nell'angina e nel seno

Tra gli antibiotici che vengono usati per curare le malattie degli organi ENT, i farmaci del gruppo delle penicilline sono in primo luogo. Non tutte le penicilline sono ugualmente efficaci, tra le quali si distingue un gruppo di penicilline protette, che sono altamente resistenti a molti agenti patogeni. Uno di questi antibiotici è Amoxiclav.

Cos'è questa medicina?

Amoxiclav è un farmaco che contiene l'antibiotico Amoxicillina e acido clavulanico.

L'amoxicillina è un antibiotico penicillinico che ha un ampio spettro di attività antimicrobica. È attivo contro la maggior parte dei batteri che causano malattie degli organi ENT (mal di gola, sinusite, ecc.). Quando si utilizza Amoxicillina nella sua forma pura, è necessario ricordare che ci sono batteri che producono enzimi specifici (beta-lattamasi) che possono distruggere questo antibiotico.

Per eliminare la possibilità di distruzione da parte di tali batteri beta-lattamasi, l'acido clavulanico è stato incluso in Amoxiclav. Questa sostanza distrugge i beta-lattamici e non protegge l'amoxicillina dai loro effetti negativi. Inoltre, sono state studiate le proprietà immunomodulanti e antimicrobiche dell'acido clavulanico.

Pertanto, la combinazione di Amoxicillina e acido clavulanico consente di lavorare anche contro quei batteri che sono resistenti alle normali penicilline non protette.

In quali situazioni è stato prescritto

Amoxiclav aiuta con varie malattie e condizioni causate dalla microflora batterica, che è sensibile a questo antibiotico. Quali malattie degli organi ENT sono prescritte per questo:

  1. Con tonsillite acuta e cronica. L'amoxiclav nell'angina è uno degli antibiotici di scelta. Aiuta a superare il processo acuto e, in caso di tonsillite cronica, prima che sia prescritto, è necessario effettuare una semina batteriologica sulla flora e sulla sensibilità.
  2. Quando otite diverse forme. È prescritto per l'otite esterna e media, purulenta e catarrale.
  3. Per faringite e laringite, che non sono suscettibili al trattamento con mezzi locali e richiedono una terapia antibiotica.
  4. Con sinusite di diversa localizzazione. Molto spesso, Amoxiclav è prescritto per il seno, ma questo rimedio può trattare qualsiasi sinusite, dato che la microflora è sensibile a questo antibiotico.
  5. Con tracheiti e bronchiti, il farmaco può essere prescritto a adulti e bambini nella forma e nel dosaggio raccomandati.

Pertanto, la maggior parte delle malattie infiammatorie del tratto respiratorio superiore può essere trattata con questo rimedio. Un medico che abbia familiarità con le caratteristiche cliniche del paziente deve prescriverlo e selezionare il dosaggio.

È importante! Nonostante l'indubbia efficacia di Amoxiclav nelle lesioni virali o fungine, sarà inutile, poiché funziona solo contro i batteri.

Forme di rilascio e come è prescritto

Il farmaco è disponibile in diverse forme:

  1. Compresse. Dosaggi: 250/125 (375 mg), 500/125 mg (625 mg), 875/125 mg (1000 mg), dove la prima cifra è la quantità di amoxicillina e 125 mg è acido clavulanico.
  2. Polvere per sospensione. Nominato per i bambini sotto i 12 anni di età con un peso corporeo specifico. Dosi: 125 mg di amoxicillina / 31,25 mg di acido clavulanico, 250 / 62,5 mg o 400/57, rispettivamente.
  3. Polvere per la produzione di una soluzione per iniezione endovenosa. Dosi: 1000 mg di amoxicillina - 200 mg di acido clavulanico e 500 mg / 100 mg, rispettivamente.

Amoxiclav può essere somministrato per via endovenosa o assunto in forma di pillola. I bambini piccoli raccolgono il farmaco sotto forma di sospensione con un gusto fruttato.

compresse

Il dosaggio e la frequenza di somministrazione dipendono dalla gravità dell'infezione, dalle condizioni del paziente e dalla presenza di malattie concomitanti. Per infezioni lievi e moderate, 1 compressa viene prescritta alla dose di 375 mg o 625 mg 3 volte al giorno. Amoxiclav in angina può essere prescritto ad un dosaggio di 1000 mg, quindi viene prescritto 2 volte al giorno.

Per i bambini dopo i 12 anni, il dosaggio può essere aggiustato individualmente, tenendo conto dell'età e del peso corporeo. Le compresse sono assunte prima dei pasti, perché è allora che si raggiunge la massima capacità di assorbimento del farmaco.

Soluzione orale

La soluzione orale è destinata ai bambini. Diluire la sospensione usando acqua bollita o distillata.

Diluire la sospensione per i bambini al segno specificato, quindi lasciarlo riposare per un po 'di tempo. Prima di ogni utilizzo, la sospensione preparata deve essere agitata.

Per la selezione della dose da verificare con le istruzioni. Il kit include un tappo dosatore che aiuta a dosare la sospensione in base al peso corporeo del bambino.

Soluzione iniettabile

Lo scopo di Amoklav sotto forma di iniezioni è indicato per infezioni gravi o come parte di una terapia complessa in combinazione con altri antibiotici.

Una singola iniezione della forma di iniezione di Amoklav può essere indicata ai fini della profilassi preoperatoria delle complicanze infettive. Nei pazienti con gravi malattie scompensate dei reni e del fegato, è necessario un aggiustamento della dose.

Controindicazioni per l'uso e il sovradosaggio

Amoxiclav non è prescritto a pazienti con allergie a antibiotici penicillina o acido clavulanico. Inoltre, il farmaco non è prescritto a pazienti con mononucleosi infettiva e pazienti con ittero nella storia di assunzione di penicilline.

I bambini di età inferiore a 12 anni e con un peso corporeo inferiore a 40 kg sono compresse forma Amoksiklava controindicato.

Durante la gravidanza e l'allattamento al seno, il farmaco può essere usato dopo la consultazione con il medico curante, se i benefici per la madre superano i possibili rischi per il nascituro.

Nel caso in cui una donna malata allatta al seno, l'allattamento al seno può essere annullato se il bambino ha diarrea o candidosi mentre la mamma sta assumendo questo antibiotico. In caso di sovradosaggio, ci sono segni di disturbo del tratto digestivo, oltre a una violazione del rapporto degli elettroliti.

Effetti collaterali e istruzioni speciali

L'accettazione di Amoxiclav può essere accompagnata dallo sviluppo di una serie di effetti negativi:

  • Da parte del tratto gastrointestinale: diarrea, gonfiore, vomito, nausea. In rari casi si sviluppano ittero e problemi al fegato.
  • Reazioni allergiche sotto forma di eruzioni cutanee, prurito, edema, ecc.
  • Cambiamenti nei parametri del sangue: diminuzione del numero di eosinofili, leucociti, cambiamenti nel livello degli enzimi epatici.
  • Mente e comportamento: mal di testa, isteria, insonnia, ecc.
  • Shock e altri

La comparsa di effetti negativi richiede l'interruzione del farmaco sia negli adulti che nei bambini, così come il trattamento sintomatico.

Recensioni dei pazienti

L'amoxiclav è un antibiotico relativamente sicuro ed efficace per il trattamento delle malattie otorinolaringoiatriche. Il farmaco fa fronte alla maggior parte dei batteri patogeni, ma ha un numero di reazioni negative. Prima dell'appuntamento è necessario un controllo medico.

Tratta il cuore

Suggerimenti e ricette

Amoxiclav con tonsillite cronica

Anche se sei sicuro di avere mal di gola, cerca di farti prescrivere un antibiotico da un medico.

L'articolo discuterà il gruppo principale di antibiotici usati per trattare la tonsillite al fine di sradicare con successo un agente infettivo. Negli ultimi anni, l'amoxiclav nel mal di gola è un farmaco comunemente prescritto.

Il farmaco è un nome commerciale di principi attivi come l'amoxicillina e l'acido clavulanico. Oggi è uno degli antibiotici più venduti dal gruppo delle penicilline.

Brevemente sulla droga

L'amoxicillina è un farmaco semi-sintetico del gruppo delle penicilline, con un ampio spettro di azione antimicrobica. È noto che nel corso dell'evoluzione, tutti gli esseri viventi, inclusi i microrganismi, sono in grado di adattarsi ai fattori ambientali per sopravvivere.

È per questo motivo che molti batteri durante l'uso a lungo termine dei farmaci a base di penicillina hanno imparato a produrre enzimi - la beta-lattamasi, che influisce negativamente sugli agenti antibatterici utilizzati. Ulteriori informazioni su questo video.

Pertanto, sono state isolate sostanze come l'acido clavulanico, il cui uso consente di espandere lo spettro d'azione dell'antixicillina antibiotica, che era precedentemente esposta a questi enzimi. L'acido è un inibitore di questi enzimi legandosi a composti complessi inattivi.

Quando amoxiclav è buono

Prima di usare l'antibiotico, è bene conoscere l'agente eziologico responsabile della particolare malattia. Tuttavia, nella pratica di un medico, non esiste la possibilità di creare colture batteriche per ciascun paziente e la durata della crescita della coltura richiede molto tempo. Il prezzo del tempo in questa materia è molto alto.

Non dimenticare che gli antibiotici sono controindicati nell'eziologia virale del processo.

Pertanto, i farmaci antibatterici sono prescritti empiricamente da un medico in accordo con i patogeni più comuni in una data area geografica, le condizioni del paziente e la localizzazione del processo patologico.

Amoxiclav è usato per le seguenti patologie:

  1. Malattie infettive del tratto respiratorio superiore. La malattia più frequente, a causa della quale è prescritto l'amoxil, è la tonsillite acuta o l'esacerbazione cronica (vedere Come trattare correttamente la tonsillite cronica negli adulti). L'eccezione non è anche sinusite e otite.
  2. Infezioni del tratto respiratorio. Sono le penicilline protette che sono farmaci di prima linea per la polmonite acquisita in comunità.
  3. Malattie del tratto urogenitale. La ragione di questo è il rilascio di metaboliti attivi da parte dei reni, che consente di influenzare la microflora, che ha causato cistite, uretrite o pielonefrite.
  4. Ulcera peptica. L'amoxiclav è incluso nello schema di erradicazione dell'Helicobacterpylori nelle ulcere gastriche e duodenali, insieme a farmaci che riducono l'acidità e gli agenti antibatterici di altri gruppi.
  5. Lesioni infettive della pelle e dei tessuti molli. Cellulite, infiammazione del grasso sottocutaneo dovuta alla diffusione di ascessi odontogeni - per tutte queste malattie è possibile utilizzare amoxicillina protetta.

Infiammazione delle tonsille

La tonsillite detiene una posizione di leadership per i motivi della prescrizione di questo farmaco, poiché in molti anni di esistenza sul mercato si è dimostrata in relazione al trattamento di questa patologia.

La foto mostra un esempio di amoxicillina protetta con il nome commerciale di Amoxiclav.

L'amoxiclav dall'angina è spesso prescritto dagli otorinolaringoiatri a causa della buona risposta dei pazienti a questo farmaco. Poiché l'agente causale più frequente della tonsillite è la flora streptococcica e stafilococcica (vedi Come trattare lo staphylococcus in gola da solo), la capacità dell'antibiotico di coprire questi agenti eziologici gioca un ruolo importante.

Attenzione! È importante non confondere la SARS e altre cause di mal di gola con tonsillite, poiché nel primo caso la nomina di un qualsiasi antibiotico non è pratica.

L'amoxicillina non ha limiti di età nella sua applicazione, quindi può essere assegnata sia ad adulti che a bambini con angina acuta o esacerbazione del decorso cronico.

È importante! Vale la pena ricordare che gli agenti antibatterici possono essere prescritti solo da un medico, che è particolarmente importante per le malattie nei bambini.

Nonostante il fatto che quando un medico fa una diagnosi di angina e di amoxiclav, come farmaco di prima linea, non dimenticare di informare il medico della presenza di una reazione di ipersensibilità ai medicinali di questo gruppo, se ce n'è uno. Molto spesso questa è la ragione per il rifiuto di questo farmaco.

Ad eccezione dei casi noti di reazioni allergiche, anche l'amoxiclav con tonsillite viene utilizzato a causa degli effetti collaterali relativamente rari.

Come trattare per l'angina

L'Amoxil nel mal di gola è usato in varie forme di dosaggio, la cui scelta dipende dalle condizioni del paziente e dall'età:

È importante! Il calcolo della dose nei bambini non dipende dalla loro età, ma dal peso al momento della malattia.

L'amoxiclav per un bambino con angina è prescritto in dosaggi di 625 mg (500 mg di antibiotico e 125 mg di acido clavulanico) 3 volte al giorno se il peso del bambino è superiore a 40 kg al momento della diagnosi. Con un basso peso usare con una dose di 25 (20 mg + 5 mg, rispettivamente) per 1 kg di peso corporeo. La dose massima è 75 mg (60 mg + 15 mg) per 1 kg di peso.

È importante! La durata della terapia antibiotica non deve superare i 14 giorni, ma non deve essere inferiore a 5-7 giorni. Un rifiuto precoce gratuito di questi medicinali con le proprie mani è irto di complicazioni indesiderate.

Indubbiamente, nella nomina di Amoxiclav, il dosaggio del mal di gola dipende anche dalla capacità funzionale degli organi e dei sistemi vitali, nonché dalla gravità del processo di infezione principale.

In conclusione, è importante notare che è sempre importante prestare attenzione a ciò che le istruzioni per la preparazione utilizzate sono state scritte, poiché contiene molte informazioni importanti sugli effetti collaterali, controindicazioni e dosaggi del farmaco per varie malattie.

Il trattamento della tonsillite cronica è un compito difficile. Alcuni cercano di sbarazzarsi della malattia, prendendo un gran numero di farmaci diversi e ricorrendo a metodi diversi - sia la medicina tradizionale che quella tradizionale. Tuttavia, per dimenticare a lungo questa malattia per molto tempo, sono necessari farmaci antibatterici.

Gli antibiotici per la tonsillite cronica dovrebbero essere usati solo quando altri mezzi e metodi non sono in grado di fermare lo sviluppo dell'infiammazione. Se la temperatura aumenta e compaiono sintomi di intossicazione, l'uso di antibiotici è assolutamente giustificato. Dopotutto, i loro benefici saranno molto maggiori del rischio di effetti collaterali. Quali farmaci possono essere assunti per la tonsillite cronica e come si fa?

Come scegliere un farmaco generico

Se il medico ha diagnosticato la tonsillite cronica e non c'è modo di allontanarsi dal trattamento antibiotico, è necessario trovare la medicina più efficace. Il farmaco selezionato dovrebbe facilmente penetrare nei tessuti molli del corpo. Dopotutto, i suoi principi attivi devono essere garantiti per raggiungere le tonsille stesse e nel rinofaringe, catturato, ad esempio, dallo stafilococco. Inoltre, il farmaco dovrebbe avere la possibilità di una prolungata concentrazione sul campo, soprattutto in caso di bisogno di assistenza. Questo è necessario per ridurre il numero di compresse assunte (capsule, sospensioni). Le droghe assolutamente innocue, come sappiamo, non accadono. Pertanto, meno pillole sono necessarie per il recupero, meglio è.

Oggi solo i moderni farmaci antibatterici soddisfano tutti i requisiti elencati. La maggior parte di loro rapidamente ed efficacemente fa fronte alle esacerbazioni della tonsillite cronica ed elimina i sintomi spiacevoli.

  • Penicilline. Gli antibiotici di questa particolare categoria trattano più spesso la tonsillite cronica. Con l'aiuto di Amoxicillina, Flemoxin, Ticarcillina e agenti simili, è possibile trattare l'angina acuta sia negli adulti che nei bambini. La differenza sarà solo in dosaggio. Queste medicine sono relativamente economiche e di altissima qualità. Ad esempio, una caratteristica di "Amoxicillina" è un rapido assorbimento a livello intestinale. Questo indica la sua eccellente digeribilità. La selezione di un dosaggio individuale del farmaco viene effettuata solo dal medico, tenendo conto di tutte le sfumature. Di norma, adulti e bambini sopra i 10 anni devono assumere questo farmaco tre volte al giorno per 0,5 g.
  • Penicilline persistenti Se si desidera eliminare i sintomi della tonsillite cronica nel più breve tempo possibile e con una garanzia anti-ricaduta, è necessario prestare attenzione alle cosiddette penicilline persistenti. Questa è una varietà migliorata che combatte bene contro gli effetti dannosi degli enzimi dei microrganismi. Tra questi farmaci, i più popolari sono Amoxiclav, Flemoklav, Sultamicillin e simili.
  • I macrolidi (Claritromicina, Sumamed e Azitral), così come le cefalosporine (Ceftibuten, Cefepim, Ceftazidime e Cefadroxil) non sono inferiori alle penicilline in termini di efficacia. Agiscono abbastanza velocemente. Letteralmente un'ora e mezza dopo aver preso la prima pillola, la condizione migliora significativamente. A causa della rimozione molto lenta di questi farmaci dal corpo, è consentito assumerli solo una volta al giorno.
  • Aminoglicosidi. Se l'occorrenza di tonsillite cronica è Staphylococcus aureus, è necessario utilizzare farmaci della categoria degli aminoglicosidi contro di essa. Ben affermato "Amikatsin". Non ha effetti collaterali da cui soffrono i reni. Puoi anche usare "Zanoacin", "Loxon", "Lomacin" e farmaci simili.

Di norma, dopo che una persona ha iniziato a curare la tonsillite con antibiotici, la sua condizione è alleviata di 2 o 3 giorni. Se sono già passati 3 giorni, ma non vi è alcun effetto tangibile, è necessario informare il medico su di esso. Apparentemente, il farmaco non è adatto, il che significa - dovresti scegliere un farmaco da un'altra categoria.

Terapia locale

Per accelerare l'inizio del recupero, gli antibiotici generici non saranno sufficienti. C'è bisogno di un'assunzione aggiuntiva di farmaci antibatterici locali. I metodi di tale terapia sono rappresentati da gargarismi con soluzioni mediche, inalazioni e lubrificazione delle tonsille con composti speciali.

  1. Uno dei metodi più efficaci di terapia antibiotica locale è il lavaggio delle lacune infiammate con una soluzione di alcuni sulfanilamide o penicillina. La durata del corso di tali procedure è compresa tra 7 e 10 giorni. E lavare le lacune ogni giorno. Per il corretto lavaggio è necessaria una siringa di qualità.
  2. In caso di esacerbazione della tonsillite cronica, i farmaci antibatterici possono essere somministrati con il metodo intra-tonsillare o paratosillare (somministrazione diretta del farmaco alle tonsille). Questa è un'ottima alternativa al lavaggio se le ulcere sono troppo profonde e difficili da raggiungere. Spesso vengono utilizzati antibiotici della categoria delle penicilline per eseguire le procedure indicate.
  3. La condizione delle tonsille nella tonsillite cronica è positivamente influenzata dall'inalazione e dall'irrigazione della faringe con l'aiuto di farmaci antibatterici.L'angina negli adulti è trattata con Bioparox, Ambazon, Stopangin e Grammydin.

Come trattare la tonsillite cronica in stato di gravidanza

Non è raccomandato il trattamento della tonsillite cronica esacerbata con farmaci antibatterici durante la gravidanza. E nel primo trimestre è assolutamente proibito. Tuttavia, la completa assenza di qualsiasi trattamento in questo stato non è meno pericolosa sia per la donna che per il feto. Qualsiasi infezione che la donna incinta ha sofferto durante il periodo in cui il bambino ha organi vitali stabiliti può interferire con il loro sviluppo e portare a tutti i tipi di patologie.

Fortunatamente oggi esistono medicine per una lotta efficace con la tonsillite cronica esacerbata, che può essere assunta durante la gravidanza. Il farmaco antibatterico più sicuro è Flemoxin. Il suo principale vantaggio è che viene rapidamente assorbito dalle pareti dello stomaco e lascia il corpo altrettanto rapidamente. Tuttavia, l'efficacia dei fondi da questo non viene ridotta. A causa dell'elevato tasso di eliminazione di questo farmaco dal corpo, non danneggia il feto.

Le donne che si aspettano un bambino possono anche curare la tonsillite cronica con Amoxicar, Amoxone, Danemox, Clavunato o Medoclav. Questi farmaci dovrebbero essere presi almeno 14 giorni. Altrimenti, il trattamento sarà inefficace.

Dopo completamento del corso terapeutico di una donna incinta, è necessario passare un'analisi batteriologica. Questo è necessario per confermare il recupero.

Come prendere antibiotici

Per ottenere l'effetto previsto di assumere farmaci antibatterici per la tonsillite cronica, è necessario seguire alcune regole. L'autocommiserazione è altamente indesiderabile. Anche una minima deviazione dalle istruzioni può portare allo sviluppo di effetti collaterali o alla mancanza di risultati. Ecco i principali consigli:

  1. È necessario seguire rigorosamente il dosaggio e gli intervalli del farmaco, che sono indicati nelle istruzioni allegate. Se il medico ha preso un appuntamento diverso da quello scritto nelle istruzioni, è necessario seguire le sue raccomandazioni. Dopotutto, il dottore conosce meglio il tuo corpo. Ogni farmaco ha il suo programma di ammissione, che deve essere osservato. Alcuni farmaci dovrebbero essere bevuti prima di mangiare, e altri - al contrario, dopo di esso.
  2. Per lavare una pillola o una capsula, devi usare solo acqua pura e semplice. È severamente vietato bere antibiotici con latte, prodotti a base di latte fermentato, caffè o tè.
  3. Effettuare le proprie regolazioni nel dosaggio o interrompere volontariamente l'assunzione del medicinale è severamente proibito. Ciò può influire negativamente sulla salute generale e ritardare il recupero.
  4. In parallelo con l'antibiotico, è imperativo prendere un probiotico. Dopotutto, anche il miglior farmaco antibatterico usato per la tonsillite influisce negativamente sulla microflora intestinale. La ricezione di probiotici aiuterà a ripristinare l'equilibrio disturbato della microflora.
  5. In nessun caso non è possibile auto-prescrivere antibiotici e risolverli uno per uno, se il precedente non si adattava. Tali mezzi dovrebbero essere scaricati solo dal medico dopo l'esame e la raccolta dell'anamnesi.

Perché gli antibatterici non sono una panacea

I microbi entrano nel corpo quasi ogni minuto. La tonsillite cronica non si verifica tanto a causa dell'infezione diretta, ma a causa di una risposta insufficiente del sistema immunitario. Pertanto, non appena viene stabilita la remissione, è consigliabile rafforzare il sistema immunitario in ogni modo possibile in modo che il corpo stesso possa combattere efficacemente i batteri.

I microrganismi maligni sono stati confrontati con farmaci antibatterici per diversi decenni. Di conseguenza, sono diventati resistenti e hanno sviluppato enzimi che distruggono i principi attivi dei farmaci. Pertanto, ogni nuovo ciclo di trattamento aiuta i germi ad acquisire resistenza non solo a un farmaco specifico, ma anche a un'intera categoria di tali farmaci.

Esistono i cosiddetti farmaci battericidi. Sono equiparati agli antibiotici, in quanto eliminano anche i batteri nocivi. Tuttavia, in realtà, essi sopprimono solo la loro crescita e riducono il loro numero. Questi farmaci non possono eliminare completamente i microrganismi.

Spesso l'analisi batteriologica non viene eseguita e uno degli antibiotici con una vasta gamma di effetti viene immediatamente prescritto. Tale trattamento in alcuni casi è inefficace. C'è bisogno di un corso re-terapeutico.

Post factum

Vale la pena notare che durante la remissione sostenuta, non è necessario trattare la tonsillite cronica con farmaci antibatterici. Assumere farmaci così gravi in ​​questo caso è completamente inappropriato. Se continui a prendere un antibiotico durante i periodi di "riposo", per così dire, per la prevenzione, puoi causare danni significativi all'organismo. Dopo tutto, sarà indebolito artificialmente. Essendosi abituato all'assunzione regolare di un determinato farmaco, non risponde più, come previsto, nel momento in cui tutte le forze devono essere mobilitate per la protezione.

Gli antibiotici per le riacutizzazioni sono un modo efficace e affidabile per eliminare i sintomi spiacevoli. Dovrebbero essere scelti secondo la prescrizione del medico curante e seguire rigorosamente le regole di ammissione. Quindi le manifestazioni di angina scompariranno rapidamente.

La tonsillite acuta è una delle più comuni malattie infettive e infiammatorie acquisite in comunità. I sintomi principali della malattia sono mal di gola, aggravati dal parlare e dalla deglutizione, da un generale disturbo del benessere (debolezza, malessere) e febbre (la gravità della febbre dipende dalla gravità della malattia).

La tonsillite può essere sia una malattia indipendente, di solito causata dallo streptococco beta-emolitico di gruppo A, sia la manifestazione di un'altra infezione (adenovirus, mononucleosi infettiva, ecc.).

Quando si sceglie un farmaco, è importante ricordare che gli antibiotici dovrebbero essere prescritti per il trattamento della tonsillite batterica negli adulti e nei bambini. Con l'infiammazione virale, la terapia antibiotica non è prescritta. Le eccezioni sono casi in cui una grave infezione virale è complicata dall'aggiunta di una componente batterica.

Antibiotici per tonsillite

L'agente eziologico più significativo della tonsillite batterica è il gruppo di beta-emolitico streptococco A. Meno comuni sono la tonsillite causata da streptococco di C e G, pneumococco, anaerobi, clamidia e micoplasmi.

Gli antibiotici per il trattamento della tonsillite batterica vengono scelti tenendo conto dello spettro dei principali patogeni. Di norma vengono utilizzati antibiotici beta-lattamici (penicilline e cefalosporine). Se ci sono controindicazioni all'uso di beta-lattamici, vengono prescritti macrolidi.

Quali antibiotici possono essere utilizzati per la tonsillite?

Con la tonsillite batterica, i farmaci di scelta saranno:

  • Amoxicillina + acido clavulanico;
  • amoxicillina;
  • cefazolina;
  • Cefepime;
  • cefotaxime;
  • ceftazidime;
  • ceftriaxone;
  • Cefuroxime.

Quali antibiotici possono trattare la tonsillite con allergia al beta-lattamico?

I pazienti con controindicazioni alla nomina di penicilline e cefalosporine, prescrivono macrolidi:

  • azitromicina;
  • iosamicina;
  • claritromicina;
  • midecamicina;
  • Spiramicina.

Antibiotici per tonsillite nei bambini

La differenza fondamentale tra ciò che gli antibiotici assumono per la tonsillite nei bambini e negli adulti non lo è. L'elenco degli antibiotici è simile - questi sono i beta-lattamici e i macrolidi (con intolleranza alle penicilline e alle cefalosporine).

La principale differenza è nei dosaggi (nei bambini, la dose giornaliera di antibiotici è calcolata sulla base del peso del bambino) e la forma di rilascio del farmaco (fino a dieci, e alcuni farmaci fino a quattordici anni, raccomandati come sospensione).

Leggi oltre: dettagli sugli antibiotici per bambini buoni per l'angina

Antibiotici per tonsillite negli adulti e nei bambini

ceftriaxone

Può essere usato come un antibiotico per il trattamento di malattie acute o esacerbazione di tonsillite cronica.

Ceftriaxone è un farmaco antibatterico cefalosporine di terza generazione. Il meccanismo di azione battericida su microrganismi patogeni si realizza inibendo la sintesi di componenti della membrana cellulare dell'agente patogeno.

Il ceftriaxone ha un ampio spettro di azione antimicrobica e resistenza alla grande maggioranza della beta-lattamasi prodotta dai patogeni gram + e gram +.

L'antibiotico è altamente attivo contro i principali patogeni della tonsillite, ma non influisce sullo stafilococco resistente alla meticillina, sugli enterococchi e sul gruppo di streptococchi D.

Il farmaco è usato esclusivamente per via parenterale, cioè per via endovenosa o intramuscolare. La biodisponibilità dei fondi è al cento per cento. Lo smaltimento dei farmaci dal corpo viene effettuato con l'urina e la bile.

Le controindicazioni all'appuntamento di Ceftriaxone sono:

  • ipersensibilità individuale alla CPU B-lattamico;
  • combinato insufficienza renale-epatica;
  • prematurità;
  • primo trimestre di gravidanza.

Con cautela, un antibiotico viene prescritto alle donne in gravidanza (nel 2 ° e 3 ° trimestre), allattamento al seno, per malattie ai reni e al fegato, accompagnate da una violazione delle loro funzioni. È anche indesiderabile prescrivere ceftriaxone ai neonati, poiché l'antibiotico può causare lo sviluppo di iperbilirubinemia e ittero nucleare in un bambino.

Adulti e pazienti di età superiore ai dodici anni, iniettati in 1 g due volte al giorno. Se necessario, il dosaggio può essere aumentato a 4 g due volte al giorno.

I bambini da due settimane a 12 anni sono prescritti da 50 a 80 mg / kg al giorno, suddivisi in due iniezioni. Massimo, nelle infezioni gravi (meningite batterica), è prescritto 100 mg / kg al giorno.

Bambini fino a due settimane prescritti da 20 a 50 mg / kg al giorno una volta al giorno. Dato il rischio di iperbilirubinemia, questa categoria di pazienti viene indicata quando assolutamente necessario.

Ceftriaxone è generalmente ben tollerato. Gli effetti collaterali dell'uso possono essere manifestati da reazioni allergiche, disturbi del tratto gastrointestinale, ittero, mughetto e una violazione della microflora intestinale. Altri effetti collaterali sono rari.

Continua a leggere: Quali farmaci vengono assunti con antibiotici per la disbiosi?

amoxicillina

L'amoxicillina nella tonsillite acuta e cronica (nella fase acuta) viene utilizzata per bambini e adulti che non hanno ricevuto trattamento con penicilline per almeno un anno.

Questo è un farmaco antibatterico della classe delle penicilline semi-sintetiche, che ha un ampio spettro di azione, inclusi i principali patogeni della tonsillite. L'azione battericida dell'antibiotico si realizza inibendo la sintesi dei principali componenti di supporto della parete cellulare, la cellula batterica. Lo strumento non è resistente all'azione dei beta-lattamici batterici e pertanto non è indicato per il trattamento di infezioni causate da ceppi che producono questi enzimi.

Il farmaco ha una pronunciata resistenza all'ambiente acido dello stomaco e alta biodisponibilità orale. La velocità e la completezza dell'assorbimento del mezzo non dipendono dall'uso del cibo. La massima concentrazione plasmatica terapeutica viene raggiunta entro due ore dalla somministrazione orale e entro un'ora dalla somministrazione intramuscolare.

Controindicazioni alla prescrizione di un antibiotico sono l'intolleranza individuale agli agenti beta-lattamici, la presenza di mononucleosi infettiva in una paziente, la leucemia linfoblastica acuta e la colite causata dall'assunzione di antibiotici nella storia.

Con cautela, il farmaco può essere usato per trattare pazienti con malattie del tratto gastrointestinale, un paziente con insufficienza renale, donne in gravidanza e in allattamento.

L'amoxicillina non ha azione embriotossica e teratogena. Tuttavia, va ricordato che tutti gli antibiotici durante la gravidanza dovrebbero essere prescritti solo da un medico, dopo un attento confronto tra i possibili rischi e i benefici attesi. Quando si prescrive l'allattamento al seno, è necessario tenere presente che l'amoxicillina penetra nel latte materno e viene escreta con esso. Questo può portare a sensibilizzazione del bambino, nonché causare lo sviluppo di diarrea (sullo sfondo della disbiosi intestinale) e mughetto orale.

Per gli adulti con tonsillite acuta, questo antibiotico viene somministrato a 0,5 grammi ogni otto ore. Nei casi gravi della malattia, 1000 mg di antibiotico possono essere somministrati tre volte al giorno. Bambini di età superiore ai dieci anni (se il peso corporeo del bambino è superiore a quaranta chilogrammi), vengono prescritti dosaggi simili.

Fino a dieci anni l'antibiotico è più preferibile da usare sotto forma di sospensione. Con la tonsillite streptococcica, ai bambini vengono prescritti 50 mg / kg al giorno, dividendo la dose giornaliera in due o tre dosi. Nei casi gravi di infezione ad alto rischio di complicanze, la dose può essere aumentata fino a 90 mg / kg al giorno, suddivisa in tre dosi (non più di 3 grammi al giorno).

Normalmente, con faringite lieve, i bambini tra i cinque ei dieci anni sono prescritti duecentocinquanta milligrammi, ogni otto ore. Da due a cinque anni: 125 milligrammi tre volte al giorno.

Si consiglia ai bambini sotto i due anni di assumere il farmaco in una dose giornaliera di 20 mg / kg. La dose giornaliera è divisa in tre dosi.

Le reazioni avverse più frequenti all'amoxicillina sono reazioni allergiche di varia origine (esantema, arrossamento della pelle, artralgia, aumento degli eosinofili, angioedema, ecc.). Inoltre, l'amoxicillina causa spesso gonfiore, disbiosi intestinale e mughetto. Effetti indesiderati rari includono alterazione della funzionalità epatica, ansia, insonnia, diminuzione del numero di globuli bianchi, neutrofili, piastrine, tremore degli arti.

Amoxiclav (amoxicillina + acido clavulanico)

Amoxiclav può essere usato nella tonsillite acuta e cronica (nello stadio acuto).

Il farmaco è una versione inibitoria di amoxicillina. L'aggiunta di acido clavulanico (un inibitore della B-lattamasi), consente di assicurare la resistenza dell'amoxicillina all'azione degli enzimi batterici, per aumentare l'efficacia ed espandere lo spettro di attività dell'agente.

Va tenuto presente che Amoxiclav non è efficace contro ceppi resistenti alla meticillina di stafilococco.

Il farmaco ha una buona biodisponibilità. La massima concentrazione plasmatica terapeutica viene raggiunta entro una o due ore dopo un pasto.

Il farmaco è controindicato in presenza di ipersensibilità individuale al beta-lattam c-m, mononucleosi infettiva, malattie linfoproliferative, colite pseudomembranosa nell'anamnesi, insufficienza epatica e renale combinata, disturbi delle funzioni del fegato associati all'assunzione di agenti antibatterici.

Con cura, sotto la supervisione del medico curante, il farmaco può essere somministrato durante la gravidanza, patologie del tratto gastrointestinale, allattamento, malattie renali, accompagnate da una violazione delle loro funzioni. Si sconsiglia inoltre di prescrivere la sospensione di Amoxiclav a bambini di età inferiore ai due mesi di vita (è consentita la somministrazione parenterale del farmaco).

Il farmaco può, secondo le indicazioni rigorose, essere prescritto alle donne in gravidanza, in una situazione in cui il beneficio atteso è superiore al rischio percepito. Nel nominare il farmaco alle donne durante l'allattamento, viene presa in considerazione la sospensione temporanea dell'allattamento al seno.

Gli antibiotici per la tonsillite cronica (acuta) e acuta negli adulti e nei bambini di peso superiore a quaranta chilogrammi sono prescritti in una dose di 500 + 125 milligrammi tre volte al giorno, o 875 + 125 milligrammi ogni 12 ore.

Si raccomanda ai bambini di età inferiore a 12 anni di prescrivere un antibiotico come sospensione. A seconda della gravità della malattia, il farmaco può essere somministrato da 20 + 5 milligrammi per chilogrammo a 60 + 15 milligrammi per chilogrammo al giorno. La dose giornaliera è divisa in tre parti uguali e prese ogni otto ore.

Gli effetti indesiderati dell'assunzione del farmaco possono manifestarsi con reazioni allergiche, disturbi dispeptici, alterazioni delle funzioni epatiche, ittero colestatico, ansia, insonnia, disbiosi intestinale e mughetto.

Articolo preparato
dottore in malattie infettive Chernenko A. L.

Leggi oltre: tre gruppi di antibiotici per le malattie otorinolaringoiatriche degli adulti

Qualche domanda? Chiedi subito un consulto con un dottore!

Premendo il pulsante si aprirà una pagina speciale del nostro sito con un modulo di feedback con uno specialista del profilo che ti interessa.

Consulenza medica gratuita

La tonsillite (tonsillite latente) è una malattia di natura infettiva che colpisce una o più tonsille, spesso palatine, causate da un effetto negativo sulla mucosa orale di batteri o virus. La malattia oggi può essere considerata una delle più comuni malattie infettive nel tratto respiratorio superiore.

Le tonsille sono un organo del sistema linfatico e sono composte da tessuto linfoide. Si trovano nella regione del rinofaringe e della cavità orale. Le tonsille sono una parte molto importante del sistema immunitario. In realtà, il tessuto linfoide delle tonsille della faringe serve come una sorta di barriera per virus o batteri per entrare nel tratto respiratorio superiore.

Nel caso in cui una malattia infettiva richieda troppo tempo, la terapia non ha luogo correttamente o non passa affatto, quando l'aiuto non viene fornito in tempo, le tonsille possono causare un'ulteriore diffusione dell'infezione agli organi e ai sistemi vitali dell'intero organismo.

Questa malattia può manifestarsi in modi diversi, quindi la medicina moderna identifica due principali tipi di flusso di tonsillite.

Classificazione della malattia

Il fattore alla base della classificazione delle tonsilliti sono le cause dello sviluppo della malattia. Ci sono due gruppi principali:

  1. Tonsillite acuta (nome comune - angina). Questo tipo di malattia ha manifestazioni locali e si manifesta sotto forma di infiammazione acuta dei componenti del tessuto linfoide della faringe, il più delle volte le tonsille sono sensibili a questo disturbo. L'indisposizione è causata da streptococchi o stafilococchi, meno spesso ci sono altri agenti patogeni. Nella maggior parte dei casi, il gruppo emolitico streptococco A diventa patogeno batterico della tonsillite acuta, in rari casi - virus e altri streptococchi, e in casi estremamente rari - clamidia e micoplasmi.
  2. Tonsillite cronica Quando il processo infiammatorio nella cavità della faringe e delle ghiandole a mandorla richiede un lungo periodo di tempo, si sviluppa questo tipo di tonsillite. Si forma anche dopo aver sofferto un mal di gola e altre malattie infettive, che sono caratterizzate da infiammazione della membrana mucosa della faringe (scarlattina, morbillo, difterite). Ci sono rari casi di tonsillite cronica senza una precedente malattia acuta.

La forma cronica di tonsillite a sua volta è divisa in fasi compensate e scompensate:

  • La fase compensata è una sorta di focus dormiente di infezione. Quando non ha reazioni visibili dal corpo, e anche la recidiva di angina non viene osservata. La funzione protettiva delle tonsille e la reattività del corpo non sono compromesse.
  • La fase di scompenso è caratterizzata da ricorrenti recidive di angina, complicazioni di tonsillite sotto forma di ascessi, infiammazione dell'orecchio e dei seni, e spesso si notano danni ad altri organi vitali (cuore, reni).

La qualità e la velocità della terapia sono in gran parte dovute a due fattori importanti: determinare il tipo di malattia e riconoscerne la causa.

Certo, le cause della malattia nelle forme croniche e acute sono diverse.

  1. Batteri. Streptococco del gruppo A più spesso provocante, meno comuni sono lo stafilococco o una loro combinazione.
  2. I virus. Più spesso di altri, la tonsillite si verifica a causa dell'attacco di adenovirus (tipo 1-9), enterovirus Koksaki, virus dell'herpes.
  3. Spirochete Vincent in simbiosi con un bastone a forma di fuso (angina membranosa ulcerosa).
  4. Funghi del genere Candida in concomitanza con cocchi patologici.

Per la riproduzione di batteri e virus che provocano la tonsillite, devono essere creati fattori predisponenti:

  • Ipotermia locale e generale del corpo.
  • Diminuzione del sistema immunitario.
  • Danni meccanici alle tonsille.
  • Interruzione del sistema nervoso centrale e vegetativo.
  • Violazione del processo respiratorio.
  • Processi infiammatori cronici nella bocca, naso e seni paranasali, in particolare: laringiti, faringiti, sinusiti, sinusiti, stomatiti, carie.

Tipi di bando e virus che provocano la tonsillite Cause di cronica

Lo sviluppo della tonsillite cronica è causato da:

  1. Frequenti recidive di angina.
  2. Infezioni virali respiratorie acute (ARVI).
  3. La presenza di denti nel cavo orale con carie.
  4. Parodont.
  5. Violazione persistente della respirazione nasale.
  6. La curvatura del setto nasale.
  7. La presenza di focolai infettivi in ​​organi adiacenti.
  8. Interruzione del sistema immunitario

Lo sviluppo della tonsillite cronica o acuta ha le sue caratteristiche e dipende da cause individuali. Ai fini di un trattamento efficace, è necessario contattare uno specialista che aiuterà a identificare la natura della malattia.

Poiché le cause della tonsillite hanno le loro caratteristiche a seconda della forma della malattia, il decorso è piuttosto individuale.

  • L'emergere del dolore alla gola.
  • Aumento della temperatura corporea, spesso fino a 40 gradi.
  • Processo infiammatorio delle ghiandole a forma di mandorla.
  • Formazioni purulente sulle tonsille.
  • Aumento e dolore nei linfonodi.
  • L'aspetto di un costante mal di testa.
  • La comparsa di secchezza, dolore e mal di gola.
  • Disagio durante il processo di deglutizione.
  • L'aspetto della tosse.
  • formazione di odore sgradevole dalla cavità orale.
  • Maggiore affaticamento e associata diminuzione delle prestazioni.
  • Aumento periodico della temperatura corporea, ma insignificante, che caratterizza il processo infiammatorio.
  • La manifestazione dei disturbi del sonno.
  • Ha osservato l'appetito ridotto o la mancanza di ciò.
  • Dolore ai linfonodi cervicali.

Non puoi ignorare la manifestazione dei sintomi, in quanto ciò può provocare complicazioni. Il principale dei quali è il reumatismo, che colpisce le articolazioni, l'apparato valvolare del cuore, porta alla formazione di difetti cardiaci e allo sviluppo di insufficienza cardiaca. Le complicanze locali della tonsillite sono paratonsillite e ascesso paratonsillare.

Il processo di selezione di un farmaco deve essere affrontato con la massima serietà. Il medico, prescrivendo determinati farmaci, prende in considerazione diversi fattori importanti che determineranno l'efficacia della terapia.

Criteri per la selezione dei farmaci

  1. Le medicine per eliminare l'infezione dovrebbero facilmente penetrare nei tessuti molli, accumularsi lì, nella concentrazione necessaria per sopprimere i microbi, o fermare la loro crescita e mantenere questa concentrazione per lungo tempo in modo che il farmaco possa essere preso un ragionevole numero di volte al giorno. Oggi, dei mezzi conosciuti che soddisfano queste condizioni, possiamo parlare solo di antibiotici.
  2. È necessario prendere in considerazione la tolleranza individuale dei componenti dell'antibiotico.

Tra la vasta gamma di preparati farmaceutici, è necessario scegliere quello che si adatta a ogni singola persona. Gli antibiotici sono diversi, quindi lo specialista lo farà tenendo conto delle caratteristiche del corpo e della tolleranza personale. I seguenti farmaci sono spesso prescritti:

  • Gli antibiotici più popolari sono le penicilline. Attualmente, i vecchi metodi di iniezione di questi antibiotici sono stati sostituiti da preparati semisintetici con compresse (Amoxicillina, Flemoxin, Oxacillina, Ampicillina, Ticarcillina, Carbenicillina). Tuttavia, le penicilline protette dagli inibitori resistenti agli enzimi microbici (Amoxicillina clavulanato: Flemoklav, Panklav, Amoxiclav, Augmentin, rimangono oggi i leader. ) e farmaci combinati ("Ampioks").
  • I farmaci di seconda linea sono macrolidi (Claritromicina, Josamycina), i più popolari dei quali sono in azitromicina (Azitral, Sumamed, Hemomycin). Esse comprendono anche cefalosporine secondo ( "Tsefurokvsim") del terzo ( "Ceftriaxone", "Cefoperazone", "ceftibuten", "Cefixime", "Tsefazidim") e quarta generazione ( "Cefepime").
  • Gli antibiotici per la tonsillite cronica sono gli aminoglicosidi con meno effetti collaterali ai reni ("Amikacina") o fluorochinoloni; ofloxacina ( "Zanotsin", "Glaufos", "Kiroll"), norfloxacina ( "Kvinoloks", "Lokson", "Negafloks"), lomefloxacin ( "Ksenakvin", "Lomatsin"), "Lefloksatsin" "ciprofloxacina" ( " Ifitsipro "," Quintor ")," Moxifloxacina "," Sparfloxacina "(" Sparflo ")," Levofloxacina "," Gatifloxacina ".

Il medico prescrive un antibiotico, date le caratteristiche del corpo, la natura del decorso della malattia, la probabilità di intolleranza.

Il dosaggio degli antibiotici utilizzati per la tonsillite, spesso a causa della forma di rilascio. I seguenti sono gli antibiotici più comunemente prescritti e il dosaggio raccomandato:

  • L'amoxicillina viene assunta due volte al giorno a 500 mg. Corso di ricevimento - 5-7 giorni.
  • La cefalosporina prende 1,0-2,0 g. in 8-12 ore.
  • L'amoxiclav viene assunto ogni 6-8 ore per 1,2 grammi.
  • La benzilpenicillina prende 1,8-3,6 grammi al giorno. Durata del ricovero: una settimana
  • Eritromicina. Assunzione giornaliera consentita - circa 2 grammi., Singola - 0,5 grammi. Il corso del trattamento dura 10 giorni.
  • Klacid è preso 2 volte al giorno, 250 grammi. Corso di ricevimento - da 6 a 14 giorni.
  • Amoxyl prende 250 - 50 mg dopo 8 ore.
  • La claritromicina viene assunta due volte al giorno, da 250 a 500 mg. Il corso del trattamento è da 6 a 14 giorni.
  • Sifloks. Singola frequenza ammissibile - 250 - 50 mg in 8 ore.

Qualsiasi farmaco ha istruzioni per l'uso, che indica il dosaggio richiesto. Ma prima dell'uso, è necessario consultare uno specialista per evitare possibili complicazioni e avvelenamenti.

Controindicazioni all'uso di antibiotici

Come ogni farmaco, gli antibiotici usati per trattare la tonsillite hanno una serie di controindicazioni specifiche per ogni tipo di farmaco. Per cefalosporine e penicilline, le controindicazioni sono:

  • Reazioni allergiche
  • Grave candidosi della cavità orale.
  • Malattie del fegato e suo fallimento.
  • Malattia renale
  • Non può essere usato contemporaneamente con aminoglicosidi.

I macrolidi hanno le loro controindicazioni:

  • Allergy.
  • Gravidanza.
  • L'allattamento al seno.
  • Perdita dell'udito
  • Età dei bambini

I fluorochinoloni hanno anche limitazioni significative nell'uso:

  • Intolleranza allergica
  • Carenza di enzimi (carenza di glucosio-6-deidrogenasi).
  • Gravidanza.
  • Aterosclerosi pronunciata del cervello.
  • L'allattamento al seno.
  • Rene e / o insufficienza epatica.

Per evitare possibili complicazioni, è necessario esaminare attentamente tutte le controindicazioni al farmaco. Per affidabilità, è necessario consultare uno specialista.

Consigli per l'uso

  1. Con la tonsillite, gli antibiotici dovrebbero essere applicati per un ciclo di almeno cinque giorni.
  2. In nessun caso interrompere il corso del trattamento in modo tale che non vi siano complicazioni nel sistema cardiovascolare.
  3. Dovrebbe attenersi rigorosamente alle prescrizioni del medico.
  4. Insieme agli antibiotici raccomandano l'uso di antistaminici.
  5. Consigliato l'uso simultaneo di probiotici.

Il rispetto delle raccomandazioni sull'uso di antibiotici è obbligatorio e incondizionato. Tali misure sono necessarie per eliminare la possibilità di complicazioni.

Sintomi di sinusite frontale e trattamento negli adulti.

Se oli essenziali per raffreddore e influenza ti aiutano a imparare da questo articolo.

Quando un raffreddore non sente il sapore e l'odore: //drlor.online/zabolevaniya/orvi/prostuda/kak-vernut-vkus-i-zapax.html

La tonsillite è una malattia grave con un decorso cronico e acuto. Ci sono molte ragioni per questo, la cui rimozione aiuterà a evitare complicazioni. Ci sono molti antibiotici che eliminano la tonsillite. La cosa principale prima di applicare per consultare esperti.

  • Condividi Con I Tuoi Amici

Altri Articoli Sul Trattamento Del Naso

La tonsillite cronica può essere curata in modo permanente: consigli e suggerimenti, trattamento completo

La tonsillite cronica è un'infiammazione prolungata delle tonsille palatine e faringee. Lo sviluppo di angina e altre patologie infettive che sono caratterizzate da infiammazione della membrana mucosa della faringe può portare al suo sviluppo.

Istruzioni per l'uso Gargarismi Rotokan

Rotokan è un prodotto combinato a base vegetale, usato per il trattamento di malattie del cavo orale, della gola, della laringe e del tratto respiratorio superiore.